Dieci anni per il comandante della Jolly Nero. Sanzione per la Messina

20170517_164808_9205635B

Dieci anni per il comandante della Jolly Nero. Sanzione per la Messina

In aula alcuni parenti delle vittime hanno protestato, gridando "assassini". Formalizzate anche le richieste di condanna per gli altri imputati, in particolare 10 anni e 6 mesi per Giammoro e Repetto e 8 mesi per Vaccaro.

Nel dramma, provocato da una manovra errata della nave cargo Jolly Nero che urtò e abbatté la torre, persero la vita 9 persone e altre 4 rimasero ferite. Il solo Paoloni era accusato anche di falso ideologico. E allora ci sta che un giudice definisca indimostrabile "oltre ogni ragionevole dubbio" il collegamento "diretto" fra le omissioni del manager Messina Giampaolo Olmetti e il crollo della torre. Il comandante Paoloni e' accusato anche di falso. 26 milioni invece erano stati richiesti dall'Avvocatura di Stato come risarcimento per i danni a i vari ministeri.

"Assassini, assassini. Avete ammazzato 9 persone". Paoloni è un mascalzone.Ho creduto nella magistratura, ma sono delusa. "Il pm - ha aggiunto - ha lavorato bene, ma non ci siamo". Sono le parole di Adele Chiello, la mamma di Giuseppe Tusa, marinaio della guardia costiera, una delle vittime del crollo della Torre Piloti del porto di Genova. "Ma oggi non è stata fatta giustizia, e di certo non mi fermerò qui: fatemi riposare una settimana, il colpo è stato troppo duro, ma poi tornerò in prima linea".

Addio a Chris Cornell, morto il cantante rock di Soundgarden e Audioslave
Dal 2015 i Soundgarden sono tornati in studio per registrare quello che avrebbe dovuto essere il loro settimo album di studio. Una morte "improvvisa e inattesa": a Detroit è morto Chris Cornell, voce e volto dei Soundgarden e degli Audioslave.


In aula c'erano anche i sopravvissuti e i parenti delle vititme della strage di Viareggio. Durante una manovra di arretramento, secondo quanto ricostruito dall'indagine, i motori si spensero; il comandante e i suoi più stretti collaboratori contarono sul fatto che le macchine avrebbero ripreso a funzionare nel giro di pochi secondi, non rendendosi conto che nel frattempo la Jolly Nero continuava a spostarsi all'indietro. GLI IMPUTATI Davanti alla giustizia sono stati chiamati il comandante della nave, Roberto Paoloni, il pilota Antonio Anfossi, il primo ufficiale Lorenzo Repetto, il direttore di macchina Franco Giammoro, il responsabile tecnico d'armamento della flotta della Messina Giampaolo Olmetti.

Il procuratore capo di Genova Michele Di Lecce e il sostituto Walter Cotugno hanno contestato agli imputati i reati di omicidio colposo plurimo e disastro colposo. Per lei il pm aveva chiesto 8 mesi di reclusione. Per la compagnia Messina è stato invece chiesto il commissariamento per un anno con la corresponsione degli utili allo Stato e una sanzione di 2 milioni e 250 mila euro.

Latest News