Pompei, sparisce un reperto

Il reperto rubato era una delle quattro borchie in bronzo applicate su una riproduzione della porta di Torre Satriano. Si tratta di una borchia metallica di 12 centimetri di diametro, usata per abbellire la cornice di un uscio. All'esame degli investigatori le immagini registrate dal circuito di video sorveglianza dell'area archeologica.

La mostra "Pompei e i Greci", organizzata dalla Soprintendenza di Pompei e dall'Università della Campania Luigi Vanvitelli, espone oltre 600 reperti provenienti da Stabia, Ercolano, Cuma, Capua, Sorrento e altre città, e tutti risalenti all'epoca greca.

Gabbani sconfitto e acclamato all'Eurovision: "Felice così"
E tanto cani non devo essere stati questi giurati visto che hanno scelto la canzone che poi ha vinto. E nessuno solleva discussioni e obiezioni.


Il valore assicurativo della borchia rubata nella mostra 'Pompei e i Greci' e' di 300 euro. Questa mattina è stato lanciato l'allarme: sono intervenuti i militari del nucleo investigativo di Torre Annunziata, che hanno sequestrato le chiavi della Palestra e quindi l'intera area espositiva. La Direzione del Parco Archeologico ha fatto sapere, con un comunicato stampa, di aver già avviato, con il supporto del personale Ales, i lavori di ripristino della struttura. "Oltre al gesto che ferisce il sito di Pompei e il patrimonio culturale italiano, pur trattandosi di un pezzo di valore non inestimabile, mi colpisce anche da un punto di vista personale trattandosi di un'area nella quale avevo condotto direttamente lo scavo". "La mostra e' attualmente chiusa al pubblico per consentire le indagini e le analisi della scientifica", conclude la nota.

Latest News