La protesta dei ricercatori

Flash mob dei precari Cnr celebra il funerale alla ricerca

La protesta dei ricercatori

Il gruppo, non appartenente a nessuna sigla sindacale, ha l'obiettivo di sensibilizzare e di far emergere la problematica di tutto il precariato nel mondo della ricerca pubblica e di spingere verso una soluzione definitiva ed inclusiva. Domani, invece, saranno a Montecitorio, per chiedere che la riforma Madia obblighi gli Enti pubblici di ricerca ad iniziare un percorso di stabilizzazione certo. Tuttavia, nel caso del CNR, la sua reale applicazione non sembra attuabile rendendo vane le speranze dei precari degli enti pubblici di ricerca.

Da una nota dei lavoratori del Cnr si evince che i precari di tutto il territorio nazionale, lavoratori a tempo determinato e lavoratori atipi sono preoccupati per il futuro.

Trump denies telling Comey to back off Flynn investigation
Trump said there was "no collusion" but added that he can only speak for himself. He was controversially fired by the president on May 9.


"L'apparente insufficiente disponibilità finanziaria resta il pretesto utilizzato dall'amministrazione centrale per una mancata stabilizzazione - sottolineano - ma vogliamo ricordare alle istituzioni che siamo un investimento per l'Italia e non una spesa". Anche Napoli est ha fatto da scenario alla protesta che si è svolta contemporaneamente, a cominciare dalle 14, all'Istituto CNR per il Sistema Produzione Animale in Ambiente Mediterraneo con sede a Ponticelli. "La ricerca pubblica è in coma - denunciano - rischia di morire, schiacciata dal taglio ai finanziamenti, il ritardo nel rinnovo dei contratti".

L'attuazione del 'decreto Madia' con il fine di stabilizzare tutti i precari storici dell'Ente, atipici e non, riconoscendo a tutti i propri diritti. I partecipanti hanno indossato abiti neri e maschere bianche in segno di lutto per celebrare il funerale della Ricerca Pubblica italiana. Giovedì 17 maggio, gli "invisibili" dei laboratori si sono manifestati in strada a Pisa.

Latest News