Migranti, Unicef: "Il numero di bambini non accompagnati ha raggiunto livelli record"

Unicef: sono aumentati, i bambini soli in fuga

Migranti: Unicef, 300mila bambini soli in fuga tra 2015 e 2016. Il 92% dei minori arrivati in Italia via mare sono non accompagnati o separati

Lo rende noto in un nuovo rapporto il Fondo delle Nazioni Unite per l'infanzia (Unicef), secondo cui nel 2015 e 2016 sono stati registrati almeno 300 mila minori non accompagnati in 80 paesi, rispetto ai 66 mila registrati nel biennio 2010-2011. Inoltre, rileva l'Unicef, tra il 2015 e il 2016, "200mila bambini non accompagnati hanno fatto richiesta di asilo", "100mila sono stati arrestati al confine Stati Uniti-Messico" e "170mila hanno fatto richiesta di asilo in Europa". Nell'Africa Subsahariana e in America Centrale e Caraibi sono stati riscontrati i tassi più alti d incidenza di minori fra le vittime di tratta accertate: rispettivamente il 64 % e il 62%.

Quella raccontata attraverso i dati descritti, e' la denuncia contenuta in un rapporto pubblicato oggi, che sottolinea l'esistenza di abusi, sfruttamento, schiavitù e prostituzione, che molti subiscono. Circa il 20% degli intermediari ha legami con organizzazioni criminali per la tratta di esseri umani.

La realta' emergenziale che in atto esiste, avendo riguardo ai flussi migratori in questione, espone i bambini migranti ad un considerevole rischio che su di essi vengano compiuti abusi. "È immorale il fatto che non stiamo difendendo adeguatamente i bambini da questi sfruttatori". Anche un bambino che fugge da solo è troppo, e, già oggi, il numero di minori che si mettono in viaggio da soli è sconcertante.

'Nuovi colori su WhatsApp' - Occhio a questo messaggio, è una truffa!
Sarebbero pronti a tornare gli stickers su WhatsApp insieme ad una nuova sezione dell'applicazione dedicata ai contatti . La prima di queste dovrebbe riguardare l'introduzione di una nuova interfaccia per la gestione delle GIF .


Prima del Summit G7 in Italia, l'UNICEF chiede dunque ai Governi di adottare un'agenda di sei punti di azione per proteggere i bambini rifugiati e migranti e assicurare il loro benessere. "Noi adulti non li stiamo proteggendo" ha dichiarato Justin Forsyth, vice Direttore Generale dell'UNICEF. "Era una bugia." riferisce Mary parlando del trafficante che si occupava di lei. "Questi bambini hanno bisogno di impegni reali da parte dei Governi di tutto il mondo per assicurare la loro sicurezza durante i viaggi" ha dichiarato Forsyth. Schiavitù e prostituzione sono in cima agli orrori che devono sopportare.

Consentire ai bambini rifugiati e migranti di studiare e dare loro accesso a servizi sanitari e di altro tipo, di qualità.

Latest News