Mancini: "Via dall'Inter per dignità, era inaccettabile. Tornare? Può accadere di tutto"

Mancini sull'Inter

Roberto Mancini

Il 'walzer' degli allenatori cominciò con l'addio di Roberto Mancini in pieno agosto, a due settimane dall'inizio del campionato: l'ex attaccante di Sampdoria e Lazio ha parlato oggi dei motivi che lo hanno spinto a lasciare la panchina nerazzurra. Mai dire mai, però non c'erano più i presupposti. I proprietari attuali mi avevano fatto un'offerta di tre anni per rimanere ma c'era caos, non si sapeva con chi parlare, era difficile poter far la squadra. Io ho una mia dignità, non potevo accettare quello che stavano facendo. "Non era così semplice, in quel momento lì non c'era più lo spirito per andare avanti ed era un periodo di confusione". Inevitabilmente oggetto di mercato, fra le società interessate al centravanti blancos c'è anche l'Inter, come riportato da Premium Sport in serata: sarebbe questo il profilo che Suning vorrebbe affiancare ad Icardi nella prossima stagione. "Il mio anno sabbatico finirà quando troverò una squadra".

Open Bnl: Nadal eliminato, impresa Thiem
Alla Francia però punta anche Nadal per il riscatto: "Domani sarò a Maiorca a pescare o a giocare a golf". È un evento importante per me.


"Io alla Roma? Credo che sceglieranno un altro allenatore, ho avuto occasioni di andare alla Roma da calciatore. Non ho mai incontrato nessun dirigente della Roma, né ora né in passato". Uno si fa una cultura diversa, magari in Germania o in Spagna.

Latest News