Basket: Avellino cade a Venezia, finale più lontana

Basket: Avellino cade a Venezia, finale più lontana

Basket: Avellino cade a Venezia, finale più lontana

L'Umana Reyer Venezia espugna il campo di Avellino nel quarto atto della semifinale scudetto e si riprende così il fattore campo. La Sidigas non si è arresa ed è tornata in partita, senza però riuscire a conquistare la vittoria. Lunedì c'è Gara6 al PaladelMauro, fondamentale vincere per allungare la serie e giocarsi la qualificazione a Venezia. Bramos e McGee segnano due triple intervallate dai quattro punti di Logan (66-68), tuttavia Venezia trova in Bramos un talismano con il greco che segna ancora da tre per il più cinque. La Reyer Venezia parte subito bene con la tripla di Stone che fa volare i veneti fino al 4-9 dopo metà quarto. De Raffaele. Sidigas: Zerini 8, Ragland 14, Green 6, Logan 11, Esposito ne, Leunen 3, Cusin 3, Severini, Randolph, Fesenko 10, Thomas 11, Parlato ne. All. Dall'altro lato entra Filloy, che servito da Bramos non sbaglia (17-21). E se Venezia torna a casa con il punto del pareggio lo deve a questi due giocatori, nel finale decisivi nel permettere alla squadra di De Raffaele di concretizzare il lavoro di 40 minuti che stava rischiando di andare in fumo. Un paio di penetrazioni da campione di Ragland prima e Logan poi, aprono il break che, su 5 punti di Thomas, regala ai ragazzi di Sacripanti un -11 insperato (53-42). Thomas tiene in piede le chance di rientro ma Peric punisce gli errori difensivi con un 5-0 personale che ricaccia indietro i lupi che non vogliono mollare con Zerini che scalda la mano dall'arco con otto punti in un amen (60-50 al 30').

1° Quarto: Fesenko risponde a Batista. Ragland in velocità. Ejim da sotto.

Samoa Joe Wins Extreme Rules Fatal Five Way
From a Fatal Five-Way match to a Kendo Stick on a Pole Match, the card is loaded with interesting and unusual matches. Rich Swann would benefit from the victory here as he can move up to challenge Neville for the belt with the momentum.


RINCORSA -Gli orogranata tentano l'allungo tra primo e secondo quarto spinti dai canestri di Filloy, Tonut e Bramos (29-19). Invece Avellino riesce ancora una volta a far paura e al penultimo attacco, sul 73-73, è una magia di Filloy a regalare la vittoria a Venezia. In gara 4 entrambe le formazioni sono scese in campo al Del Mauro per impostare il proprio ritmo ma nel primo quarto il gioco è piuttosto lento e dove dominano le difese: il primo quarto si chiude per 22 a 17 per Venezia ma la partita entrerà nel vivo solo nelle prossime fasi. Venezia vince 73-75 e pareggia la serie.

Latest News