Morto Oscar Mammì esponente del Partito Repubblicano Italiano

Mammì aveva 90 anni e si è spento dopo una lunga malattia. Ministro della posta e delle telecomunicazioni per quattro anni (1987-1991), sotto le presidenze di Goria, De Mita ed Andreotti, a Mammì si deve la promulgazione della prima legge organica sull'emittenza radiotelevisiva.

Mammì, romano, nato nel 1926, era entrato alla Camera sin dalla V legislatura, nel 1968, tra le file repubblicane, ad appena 22 anni. La sua carriera iniziò come deputato, continuò come sottosegretario all'industria e commercio e poi come ministro per i Rapporti con il Parlamento e, infine, per le Poste e Telecomunicazioni. Nel 1990 fu il primo firmatario della legge che regolamentò il sistema radiotelevisivo in Italia dopo che erano emerse le televisioni private, stabilendo dei massimi per quanto riguarda l'antitrust, con limiti sulla proprietà di emittenti e sistemi per l'editoria tradizionale.

MotoGP FP3 Catalunya: Sempre Marquez al comando, Yamaha costrette alla Q1!
Non cambia il leader, che è sempre Marc Marquez con il tempo di 1:44.178, ma cambiano le posizioni dentro e fuori la Top 10. La più grande è l'esclusione di tutte le Yamaha , sia quelle ufficiali che quelle del Team Tech 3.


È morto Oscar Mammì, fu autore della legge sulla TV. Mammì è stato, infatti, legato anche al mondo del cinema (la figlia Alessandra è critico cinematografico, così come il marito Marco Giusti): nel 2005 aveva interpretato il ruolo dell'Innominato nello sceneggiato televisivo di manzoniana ispirazione "Walter e Giada", definendosi entusiasta di questa esperienza. "I migliori anni della nostra vita", ispirata al romanzo "I promessi sposi", prodotta dalla Endemol e trasmessa da Rai 3, dove interpretava la parte dell'Innominato. Il Consiglio Nazionale del Partito Repubblicano Italiano ha interrotto i lavori per rendere omaggio alla sua figura. Il potere è sempre quello.

Latest News