Rossi (Toscana): Governo dia risorse per intervenire su siccità

In quelle aree la crisi idrica in atto è dovuta a un lungo periodo di siccità a partire dall'autunno 2016, aggravato dalle elevate temperature estive e dai rilevanti afflussi turistici che hanno determinato un considerevole aumento delle esigenze idropotabili. A causa dell'assenza di precipitazioni, con previsioni che annunciano un "caldo africano" nei prossimi giorni la giunta Raggi è corsa ai ripari.

Dalle Regioni e da molte parti d'Italia arrivano al ministero delle Politiche Agricole e al governo richieste di aiuto.

Per le scarse precipitazioni, le temperature elevate e la fusione anticipata della neve, il bacino del Po è al di sotto della media storica: meno il 65 per cento rispetto al valore medio mensile storico. All'idrometro di Isola Sant'Antonio in provincia di Alessandria la portata raggiunge a malapena i 204 metri cubi al secondo. Il clima si farà rovente da Nord a Sud verso il fine settimana, con punte nelle temperature massime fino a 38/39° nel fine settimana.

Nello specifico, l'ordinanza del sindaco Samuele Lippi vieta l'uso di acqua potabile proveniente dagli acquedotti urbani e rurali se non per per scopi igienico-domestici, e questo fino alla revoca dell'ordinanza. A Roma sono caduti solo 120 millimetri di pioggia dall'inizio dell'anno.

Jeremy Corbyn overtakes Theresa May in latest poll
Jeremy Corbyn has overtaken Theresa May for the first time on the question of who voters think would be the best Prime Minister, a poll suggests.


Friuli Venezia Giulia: Anche nel Friuli, per via delle poche piogge, è stato dichiarato lo stato di emergenza. "Limita invece l'utilizzo delle risorse idriche in questione per irrigazione di orti e giardini, riempimento di piscine mobili, lavaggio di automobili o altri veicoli, qualunque uso ludico che non sia quello del servizio personale".

Secondo il presidente di Confagricoltura, Massimiliano Giansanti, in Italia mancano all'appello 20 miliardi di metri cubi d'acqua, mentre i cambiamenti climatici del settore negli ultimi 30 anni sono costati 400 miliardi di euro agli agricoltori, un miliardo solo nel 2017, e per questo sarebbero necessari interventi per le imprese: "Il settore agricolo è una delle attività produttive più vulnerabili ai cambiamenti climatici, con le relative problematiche di quantità e qualità delle produzioni ed effetti sui redditi agricoli".

Acque veronesi ha ribadito: "Per quanto riguarda la città di Verona non si registrano casi di particolare gravità, ma temporanei cali di pressione". Una serie di guasti ha messo in ginocchio l'Avellinese, dove intere zone sono senz'acqua.

Latest News