Dopo statua Falcone mozzata testa uccello. Sindacati: Legalità inizi dalla scuola

L'indagine sul palcoscenico di Gery Palazzotto e Salvo Palazzolo. Lunedì 17 luglio alle ore 21,30 al Real Teatro Santa Cecilia di Palermo

L'indagine sul palcoscenico di Gery Palazzotto e Salvo Palazzolo. Lunedì 17 luglio alle ore 21,30 al Real Teatro Santa Cecilia di Palermo

Un uccello con la testa mozzata davanti al cancello. Per gli inquirenti non ci sono dubbi, si tratta di atti a scopo intimidatorio da non sottovalutare. Nei giorni scorsi, era stata decapitata la statua del giudice ucciso dalla mafia. Sul posto si è recata la polizia per effettuare dei rilevamenti. In un comunicato diffuso sul sito del Miur lo scorso 10 luglio, la ministra aveva riconosciuto il "lavoro preziosissimo" operato dall'istituto dedicato a Giovanni Falcone all'interno di un quartiere difficile come quello dello Zen, sofferente per degrado, criminalità, infiltrazioni mafiose e dispersione scolastica. Mercoledì 19 luglio, in occasione del 25esimo anniversario della strage di via D'Amelio, è prevista la cerimonia a partire dalle 18. Dopo quanto accaduto nei giorni scorsi, questo è da considerarsi l'ennesimo atto intimidatorio.

Per questo pomeriggio è attesa la visita del ministro dell'Istruzione Fedeli, che incontrerà la preside dell'istituto Daniela Lo Verde.

Samsung Galaxy Note 8, smentite le immagini bufala pubblicate in rete
Prevista inoltre, per la prima volta su uno smartphone Samsung , la presenza di una doppia fotocamera posteriore . Infatti, il telefono cellulare mostrato nell'immagine ha destato molto scalpore.


In seguito, una seconda incursione, questa volta nella scuola Alcide De Gasperi, dove è stato bruciato un cartellone con l'immagine di Falcone. Il senza fissa dimora è stato, nitidamente immortalato dalle telecamere nell'atto di spegnere una sigaretta sul cartellone e provocare un foro. La ricostruzione dei fatti, allo stato, porta a escludere un'intimidazione e un collegamento con il quasi contestuale danneggiamento del busto Falcone allo Zen. Si è successivamente scoperto che a compiere il gesto era stato un clochard con alcuni problemi psichici che naturalmente è stato denunciato per danneggiamento.

Latest News