Tuffi: bronzo per Elena Bertocchi, l'erede di Tania Cagnotto c'è

Tuffi, Mondiali Budapest 2017: Elena Bertocchi è medaglia di bronzo dal trampolino un metro

Tuffi: bronzo per Elena Bertocchi, l'erede di Tania Cagnotto c'è

Dopo la medaglia nella gara di nuoto di fondo con il secondo posto di Nicola Sanzullo, nella gara dal trampolino da 1 metro la giovane Elena Bertocchi conquista la prima medaglia per i colori azzurri nei tuffi agganciando il terzo gradino del podio aggiudicandosi così la medaglia di bronzo. Per l'Italia è la seconda medaglia mondiale consecutiva sulla distanza, dopo il bronzo di Matteo Furlan in Russia due anni fa. La prima delle due gioie odierne arriva proprio nella prima finale della rassegna iridata, e giunge da quel nuoto in acque libere che è ormai un'autentica certezza: è il Lago di Balaton il teatro della prima gioia azzurra, portata a casa da Mario Sanzullo, portacolori della 5km e autore di una gara di alto livello. C'era anche un'altra italiana in gara, la quattordicenne Chiara Pelacani, che però dopo un bellissimo tuffo iniziale non si è saputa ripetere chiudendo le qualificazioni al trentunesimo posto e per ottenere la qualificazione bisognava entrare nelle prime dodici.

Skydiver texts wife telling her he won't pull parachute cord before jumping
In 2016, United States Parachute Association recorded 21 fatal skydiving accidents in the US out of roughly 3.2 million jumps. According to his Facebook, he was employed by United Parachute Technologies , which makes cases for parachutes.


Partendo dai tuffi, i mondiali di Budapest per la giornata di oggi partiranno già alle ore 10.00 con il torneo preliminare del trampolino sincronizzato dai tre metri maschili, a cui dalle ore 13.00 farà seguito la prima gara per le medaglie ovvero la finale della piattaforma dai 10 metri mista. Fuori dal podio la cinese Chen Yiwen. Confrontarmi costantemente con Simone, Martina e Federico rappresenta un enorme stimolo. Sono stato bravo a non perdere la scia del transalpino e a stringere i denti fino al traguardo: "sono stato caparbio". Sapevo di essere in crescita e di avere una buona condizione di forma ma spesso in gara tutto viene stravolto. "A sedici anni, grazie al tecnico Enzo Allocco che mi ha dirottato al fondo".

Latest News