Padoan: "L'Italia è fuori dal tunnel, la nostra economia cresce"

Padoan ottimista Siamo fuori dal tunnel diventeremo meno fragili anche sul debitoAltro

Padoan ottimista Siamo fuori dal tunnel diventeremo meno fragili anche sul debitoAltro

Ne è certo Pier Carlo Padoan, che non esita a mostarre ottimismo sul quadro macro-economico dell'Italia nel corso della quinta edizione della festa di Left Wing.

Poi però Padoan ha spiegato di essere molto ottimista circa il futuro dell'economia italiana: "La nostra economia ormai è più forte ma anche meno fragile dal punto di vista del debito". Sono fortemente ottimista sull'economia. Continuiamo così e cresciamo e il debito pubblico scomparirà da solo"."Il fiscal compact ha dei problemi tecnici - ha commentato ancora il Titolare del dicastero dell'Economia - che hanno implicazioni su come si disegna la politica del bilancio. "Stiamo lasciandoci alle spalle cose preoccupanti", ha detto il ministro, "come la fragilità del sistema bancario e l'inerzia degli investimenti. Stiamo continuando su una strada stretta, ma sono ottimista perché vedo questo sentiero allargarsi".L'ottimismo di Padoan si riferisce, ovviamente, anche alle ultime proiezioni di Bankitalia che prevedono una crescita economica al +1,4% per quest'anno.

Giù le tasse? Si può fare, visto che il tunnel della crisi appare superato, ma bisogna agire in modo che la riduzione della pressione fiscale sia stabile, che non si debba più fare marcia indietro.

Chileans Lose Power in Rare Snowfall
Chile's National Emergency Citizen Corporation Network warned Santiago residents about driving in the snowy conditions. It's winter in southern South America, but snow is rare any time of year in Chile's capital, Santiago .


"E' vero che ci sono elementi di miglioramento nell'andamento dell'economia internazionale ma c'è una crescita in Italia più che proporzionale che si deve spiegare con politiche prese che incidono sulla capacità strutturale dell'economia di migliorarsi. Altrimenti facciamo una battaglia ideologica nel senso negativo del termine". Insisto che bisogna continuare sulla strada delle riforme, tasse abbassate in modo sostenibile e consolidamento fiscale. "Perciò non è irrealistico pensare nei prossimi anni a un salto di qualità".

Secondo il rappresentante del Governo ci sono le "premesse per anni prossimi migliori di quelli passati". "Lo spazio fiscale non è estremamente ampio e di conseguenza bisogna usare al meglio le poche risorse che si hanno", ha concluso.

Latest News