Tour: Aru s'arrende sul mitico Izoard, addio al successo finale

Dopo gli anni bui del ciclismo francese doveva arrivare una rivalsa per il Paese che ospita la più grande corsa a tappe del mondo ed uno dei più grandi contingenti di professionisti: mentre gli altri si davano battaglie per vittorie non sempre lecite, nel silenzio la Francia coltivava una nuova generazione, quella degli anni '90, che in pochi anni ha saputo risollevare le sorti di tutto il movimento nazionale. E la solenne 'Casse Deserte' dell'Izoard, dal paesaggio quasi lunare, ha detto che il Tour non si chiudera' con un italiano sul gradino piu' alto del podio. La maglia a pois della Grande Boucle è riuscito con una grandissima progressione sull'ultima salita a vincere il traguardo storico dell'ascesa transalpina davanti a Darwin Atapuma e Romain Bardet. Da sottolineare che anche oggi il campione sardo non è stato aiutato dal team, nello specifico da Lutsenko che per la prima parte dell'Izoard si è concentrato sulla sua fuga personale quando invece sarebbe stato meglio sostenere il capitano, cosi come hanno fatto Kiawtkowsky e Landa con la maglia gialla Froome. "Uran è arrivato sul traguardo a 22", Landa a 32". Il corridore della Sunweb legittima così la maglia a pois con il secondo successo in questo Tour dopo il trionfo di Foix.

Morto suicida Chester Bennington, cantante dei Linkin Park
E' notizia di queste ore della tragica morte del cantante dei Linkin Park , Chester Bennington . Amicizia e professionalità: " Mi hai ispirato in modi che nemmeno puoi immaginare".


"Dietro, Chris Froome mantiene la maglia gialla con 23" su Romain Bardet e 29" su Rigoberto Uran.

Latest News