Navi italiane in Libia

Navi italiane in Libia

Navi italiane in Libia

L'invio di navi, ha detto ancora il premier, "può dare un contributo significativo a rafforzare la sovranità libica, non è un'iniziativa contro la sovranità libica". È una richiesta a cui abbiamo aderito, di supporto alla guardia costiera libica. Una stabilizzazione che, aggiunge, "è un percorso accidentato e non un'autostrada in discesa". Questi sforzi - precisa la dichiarazione - potranno prevedere anche la presenza di navi italiane che potranno operare dal porto di Tripoli, solo per questa ragione e in caso di necessità. Nessun intervento sarà attuato senza alcun permesso e senza coordinamento con le autorità libiche all'interno delle acque del Paese, così com'è stato specificato in una nota del Ministro.

Ieri sera, un comunicato del premier del Governo di accordo nazionale libico, Fayez al Sarraj, smentiva le interpretazioni dei media secondo le quali le forze italiane erano state autorizzate ad entrare in acque libiche con la partecipazione di aerei da combattimento ed altri mezzi e si ribadiva che la sovranità nazionale è una linea rossa.

US Republican leaders announce end of border tax proposal
Lawmakers will now need to agree on a framework, including revenue raisers, for overhauling the tax code. However, a budget fight could hamper plans for tax reform.


Già lo scorso mese l'Ue ha fatto avere alle comunità ospitanti in Libia 90 milioni di euro, ed il Commissario europeo per la Politica di Vicinato e per i Negoziati sull'Allargamento, Johannes Hahn, ha spiegato che "La Commissione europea, attraverso il Fondo fiduciario Ue per l'Africa, sta adottando misure rapide e concrete per ridurre la pressione migratoria lungo la rotta del Mediterraneo centrale". Quest'ultimo sembra aver fugato infine ogni dubbio quando ha dichiarato: "Con gli italiani abbiano concordato di continuare nel sostegno alla Marina libica attraverso addestramento e fornitura di attrezzature militari che ci consentano di condurre operazioni di soccorso verso i migranti e di contrastare i trafficanti di esseri umani, oltre alla fornitura di attrezzature elettriche di controllo per i nostri confini meridionali".

Latest News