Banca Popolare di Bari, aperta nuova inchiesta: indagati i vertici

Nuova inchiesta sulla Banca Popolare di Bari, indagati i vertici dell'istituto di credito

Tremano i 70mila azionisti della Banca Popolare di Bari, indagati i vertici ,se la banca crollasse i danni per l'economia

Le presunte irregolarità commesse riguardano in buona parte l'acquisizione di Tercas, la ex Cassa di Teramo.

I vertici del più grande gruppo bancario del sud risultano per la prima volta risulta essere iscritto nel registro degli indagati. Il dipendente avrebbe evidenziato ai vertici della banca le irregolarità emerse durante la sua attività, ma queste sue segnalazioni non sarebbero state gradite dai vertici della banca, al punto che il funzionario sarebbe stato mobbizzato e licenziato.

Sei gli indagati: il presidente Marco Jacobini, l'allora direttore generale Vincenzo De Bustis, ex amministratore delegato di Mps e Deutsche Bank Italia, i due figli di Jacobini, Gianluca e Luigi (rispettivamente condirettore generale e vice), il responsabile della linea contabilità e bilancio della popolare Elia Circelli, il dirigente dell'ufficio rischi Antonio Zullo.

Associazione a delinquere, truffa, ostacolo all'attività della Banca d'Italia e false dichiarazioni nel prospetto informativo depositato alla Consob. Gli accertamenti svolti dalla guardia di finanza, però, riguarderebbero anche "il rilascio di linee di credito, in via diretta o indiretta, con l'acquisto di azioni". In particolare, ritiene la Procura, per agevolare alcuni grossi azionisti, gli ordini di vendita dei titoli sarebbero stati inseriti manualmente senza rispettare l'ordine cronologico e violando così il principio della parità di trattamento dei soci, a danno dei piccoli azionisti. Alla Debar - secondo l'accusa - sarebbe stato concesso di vendere le azioni nell'asta del marzo 2016, prima cioe' dell'assemblea dell'aprile successivo in cui le stesse azioni subirono un deprezzamento del 20 per cento, da 9,53 a 7,50 euro.

Roma, scontri tra migranti e residenti: accoltellato un eritreo
C'è però anche un'altra versione, che sostiene addirittura ci sia stato il rapimento di una donna . In tutto sarebbe intervenuta una cinquantina persone della zona.


La Banca Popolare di Bari, pilastro dell'economia barese per famiglie ed imprese con 70 mila azionisti e 3.500 dipendenti è finita sotto la lente d'ingrandimento della Procura e il suo futuro è sempre meno roseo.

La Banca Popolare di Bari nel mirino della Procura.

"Sia chiaro: per la Banca contano solo i fatti, gli atti, i numeri, la trasparenza delle procedure e, di conseguenza, la fiducia dei soci e dei clienti". Le indagini hanno per legge dei loro tempi, e la Guardia di Finanza deve poter lavorare serenamente, per tutelare gli azionisti ed il mercato. che non sembrano molto entusiasti dell'operato della vertice della banca e delle loro decisioni ed iniziative.

Latest News