Corea del Nord: testata bomba a idrogeno

Corea del Nord, sisma di magnitudo 6.3

Corea del Nord, nuovo test nucleare provoca un forte terremoto

Pyongyang ha detto di aver testato una bomba a idrogeno miniaturizzata, un dispositivo più potente di una bomba atomica. Il presidente americano, riferisce una nota della Casa Bianca, ha ribadito a Abe "l'impegno degli Stati Uniti nella difesa della patria e degli alleati mettendo in campo le potenzialità diplomatiche, convenzionali e nucleari oggi nella nostra disponibilità". Anni gli guerra fredda e della sfrenata corsa agli armamenti delle grandi potenze.

La prima bomba H statunitense fu sperimentata nel novembre del 1952, mentre l'Unione Sovietica sperimentò il suo primo ordigno (alla cui realizzazione molto contribuì Andrej Dmitrievi Sacharov) nell'agosto del 1953. Seguirono il Regno Unito, la Cina e la Francia rispettivamente nel 1957, nel 1967 e nel 1968. Quando la bomba a fissione presente nella parte più interna esplode, innesca la fusione termonucleare dei nuclei degli atomi leggeri dello strato intermedio, che provoca a sua volta la fissione nucleare del materiale più esterno. Secondo indiscrezioni, il presidente americano starebbe valutando una mossa controversa, ovvero l'uscita degli Stati Uniti dall'accordo di libero scambio con la Corea del Sud.

Ci sono anche dubbi sul fatto che si sia trattato davvero di una bomba a idrogeno, Usa e Corea del Sud sono propensi a credere all'impiego di una bomba atomica potenziata. Nella bomba all'idrogeno si avvicendano in successione processi di fissione-fusione-fissione innescati a partire da una normale bomba atomica a fissione, posta all'interno di un contenitore di materiale fissile insieme ad atomi leggeri.

Highlights Spagna-Italia 3-0: Sintesi, Video Gol e Tabellino (Qualificazioni Mondiali 2018)
L'Italia viene sconfitta 2-0 al Bernabeu dalla Roja , nella partita valida per le qualificazioni mondiali di Russia 2018 . ITALIA (4-2-4): Buffon; Darmian , Barzagli , Bonucci , Spinazzola; De Rossi , Verratti; Candreva (dal 25′ s.t.


Nel gioco delle parti in quello che, invece, un gioco affatto non è - ovvero la terribile minaccia nucleare dello scomodo vicino nordcoreano - i presidenti Xi Jinping e Vladimir Putin, sempre più allineati, hanno concordato di affrontare adeguatamente il problema. Nel ricco arsenale nordcoreano, fatto di numerose migliaia di pezzi, si trovano missili tipo Cruise (Kh-35, Kn-01) in grado di coprire 150-260 km, vettori balistici a breve raggio (varianti di Scud, Kn-17, Kn-02) da 150-1.000 km di gittata e missili di medio raggio (Hwasong-7, No-Dong) da 1.000-1.500 km.

Pyongyang ha rilasciato una dichiarazione che secondo la quale la testata all'idrogeno che è stata fatta brillare sarebbe idonea ad essere installata su un missile balistico intercontinentale.

Ad ascoltarla bene, però, nonostante Pyongyang sia abbondantemente rappresentata alle Nazioni Unite (la Corea del Nord vanta un proprio ambasciatore accreditato assieme a 8 funzionari diplomatici), la Haley più che parlare indirettamente a Kim e ai suoi, sembra rivolgere il suo avvertimento ai membri del Consiglio ed in maniera ancora più ampia a tutti gli altri attori dello scacchiere internazionale. L'esercito ha svolto esercitazioni con munizioni reali, simulando un attacco sul poligono di tiro nucleare nordcoreano, colpendo "obiettivi scelti nel Mar del Giappone", ha scritto Yonhap citando lo stato maggiore interforze sudcoreano.

Latest News