Ferrandina, rompe il femore al medico che gli nega un certificato falso

Medico aggredito a Matera per non aver firmato un certificato

Medico aggredito a Matera per non aver firmato un certificato Di Alessio Cappuccio 4 Settembre 2017

È successo a Leonardo Trentadue, medico di famiglia originario di Ferrandina, un paesino di Matera, che è stato aggredito dal suo paziente per non avergli rilasciato un certificato medico falso.

Il medico non vuole rilasciargli un certificato falso e il paziente gli frattura il femore. L'incredibile episodio, avvenuto il 1° settembre, è stato reso noto soltanto adesso da Michele Campanaro, segretario provinciale di Matera della Federazione dei medici di medicina generale (FIMMG). Il medico aveva bonariamente invitato l'assistito a scegliere un altro dottore, essendo venuto meno il rapporto di fiducia con il paziente, ma a questo punto è scattata l'aggressione. Ed è stato pestato con una violenza tale che è stata richiesta una prognosi di quaranta giorni.

L'aggressore è stato denunciato dai Carabinieri per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni gravissime. I militari della compagnia di Pisticci, Matera, hanno ascoltato entrambi: secondo una prima ricostruzione il professionista è stato aggredito prima verbalmente e poi fisicamente dall'uomo. Difeso quanto fatto dalla vittima: "La certificazione corretta di quanto direttamente constatato o a conoscenza del medico è un atto che, oltre a costituire un obbligo deontologico, si pone anche a tutela della sicurezza di tutti i cittadini".

Serie B LIVE: Empoli-Bari 2-1, la riapre Tello con un super gol!
Empoli (3-5-2): Provedel, Simic, Romagnoli, Luperto, Untersee (Dal 33' s.t Di Lorenzo), Bennacer (Dal 26' s.t. Bari (4-3-3): Micai; Fiamozzi, Capradossi , Tonucci , D'Elia; Tello , Basha, Salzano; Galano, Nené, Improta.


E' quanto accaduto venerdì sera al dottor Dino Trentadue, medico di famiglia di Ferrandina che in seguito all'aggressione ha riportato gravi lesioni e la frattura del femore.

"Crediamo che tale episodio sia sintomatico della scarsa considerazione e rispetto verso la professione medica ormai schiacciata tra burocrazia e malcostume".

Latest News