Prende a pugni il suo superiore che cade e finisce in coma

Litiga con il capo e lo prende a calci in faccia l'uomo è in coma   
                       
                
         Oggi alle 11:10

Litiga con il capo e lo prende a calci in faccia l'uomo è in coma Oggi alle 11:10

L'impiegato convocato nell'ufficio del direttore 53enne di Varese, avrebbe subito un richiamo disciplinare, da lì a poco ne sarebbe nato un furioso diverbio sfociato con un vero e proprio pestaggio nei confronti del superiore. Secondo quanto ricostruito, dirigente è caduto a terra, battendo violentemente la testa e ha perso i sensi.

La vittima, del varesotto, è ricoverata in prognosi riservata nel reparto di Rianimazione dell'Ospedale di Legnano. Ora lo aspettano ore decisive per il decorso post-traumatico: verrà sottoposto ad accertamenti a livello neurologico.

Trento, bambina di 4 anni uccisa dalla malaria: primo caso in Italia
A Brescia , infatti, oltre al reparto di Rianimazione pediatrica è presente un Istituto sanitario per le malattie tropicali . Per ora comunque non c'è nessuna certezza, ma nel reparto di pediatria dell'ospedale trentino ci sarà una disinfestazione .


Il dirigente della Stie, azienda leader nei trasporti urbani ed extraurbani, è stato soccorso prima dai dipendenti, attirati peraltro dal trambusto. Anche l'aggressore, che aveva già dei precedenti per lesioni, ha riportato delle lievi escoriazioni alle mani. Sono quindi interventi alcuni dipendenti che hanno bloccato il 57enne e chiamato i carabinieri e il 118. Il 57enne, addetto ai biglietti, è stato arrestato per tentato omicidio. Ora i cento lavoratori sono in ansia per il loro capo, che lavorava alla Stie da dieci anni.

"Siamo esterrefatti per ciò che è successo nell'ufficio di San Vittore Olona - hanno dichiarato al Corriere della Sera dalla direzione generale Stie di Lodi - un atto di follia che in un attimo ha distrutto due famiglie perbene, da tanti anni al servizio della nostra società".

Latest News