Sanita': Dg Trento, stesso parassita per Sofia e bimbe con malaria

L'autopsia conferma la bimba è morta di malaria

Una zanzara del genere Anofele

Ad uccidere la bambina di Trento con la malaria, è stato lo stesso parassita che avevano contratto gli altri due bambini ricoverati all'ospedale Santa Chiara di Trento, mentre era degente anche la piccola deceduta.

Prima che il verdetto sui vetrini dei campioni arrivasse dall'Istituto Superiore della Sanità dove erano stati mandati dall'ospedale di Trento, arriva la dichiarazione di Nunzia Di Palma, direttrice dell'unità operativa di pediatria dell'ospedale dove era stata ricoverata la bimba di quattro anni morta poi di malaria a Brescia, dopo il ricovero a Trento.

La Procura di Trento ha intanto aperto un fascicolo di inchiesta con l'ipotesi di reato di omicidio colposo a carico di ignoti. L'esame sul corpo della bambina si tiene oggi nell'ospedale bresciano. Questo - si legge nella nota- considerato che la bambina non risulterebbe aver effettuato viaggi all'estero in paesi a rischio. "Purtroppo non sappiamo dove abbiano alloggiato sul nostro litorale - aggiunge Scolaro - se in hotel o qualche campeggio". Lo afferma all'Adnkronos Salute Paolo Bordon, direttore generale dell'Azienda per i servizi sanitari della Provincia di Trento.

Sonia Lorenzini mostra le mutande sul red carpet di Venezia, tutto studiato?
La coppia di " Uomini e Donne " ha vissuto un'esperienza unica e sul tappeto rosso è apparsa innamorata e felice. "La gente ha sempre da ridire..."


Se venisse confermato che il caso di malaria della bambina morta a Brescia è autoctono e trasmesso dalla zanzara sarebbe il primo da oltre trent'anni.

La causa dell'infezione potrebbe essere ricercata nella puntura di una zanzara.

Latest News