Milan, Gattuso: "Kessié meglio di me. Rapporto quotidiano con Montella"

Milan, Gattuso:

Milan, Gattuso: "Kessié meglio di me. Rapporto quotidiano con Montella"

Intervenuto in conferenza stampa, il tecnico del Milan Primavera Gennaro Gattuso ha parlato del rapporto con Montella e con il paragone con Kessié. "Sono arrivati tantissimi calciatori capaci tecnicamente, un po' quanto accadeva ai tempi di Ancelotti quando arrivavano tanti fantasisti e pochi incontristi".

Gattuso come Kessié o Kessié come Gattuso?: "Lui è più forte di me, anche fisicamente, ha più qualità, fa più gol. E' un grande talento e può fare un percorso importante". Il riferimento va alla Champions del 2003 quando il Milan passò in finale dopo il pareggio con l'Inter di Cuper.

Sulla squadra: "In questi anni è stato fatto un ottimo lavoro. Mi ricorda un po' quegli anni". Mi invita a vedere gli allenamenti, ma non voglio dare fastidio. Ecco le sue considerazioni: "Quando varchi questo cancello è un privilegio, un sogno, ma bisogna sempre rispettare la maglia che si indossa".

Gattuso e il suo rapporto con i giovani: "È difficile ma stimolante lavorare su alcuni concetti tattici come le diagonali, l'ordine in campo, il saper stare su un terreno di gioco". E' più forte di me, senza dubbio. "Ma sono molto fiducioso".

Higuain e Bonucci i più pagati in A
A centrocampo si schierano Pjanic (Juve), Nainggolan ( Roma ) e Kedhira (Juve), rispettivamente a 4,5 milioni, 4,2 e 4. L'Inter è quarta con un totale di 82 milioni di euro: Icardi ovviamente è il più pagato con 4,5 milioni di euro.


Sui nuovi arrivi in prima squadra: "Musacchio mi ha chiesto una foto qualche giorno fa".

ALLENARE LA PRIMAVERA - "E' un grande divertimento allenare giocatori così giovani, mi trovo molto bene".

"E' una rosa abbastanza ampia con giocatori interessanti, rinforzata in questo ultimo mercato estivo con 4 ragazzi provenienti da fuori: dal punto di vista difensivo ha qualche lacuna dal punto di vista numerico, con Sportelli, Bellodi e Merletti (2001) con noi - esordisce Galli - Siamo contenti come settore giovanile perchè quando i ragazzi guadagnano qualche anno dal punto di vista della formazione fa piacere, speriamo possano fare parte della rosa della prima squadra in futuro". Sull'argomento, Gattuso ha detto: "Per me sono giocatori come tutti gli altri, nel senso che, se avrò la possibilità di allenarli per tutta la settimana, li valuterò come i loro compagni di squadra, altrimenti andranno in campo altri".

Latest News