Violentissimo terremoto nel sud Messico: 8.0. Si teme tsunami

Violento terremoto in Messico. Rientra allerta tsunami, almeno 15 morti

Trema il Messico: magnitudo 8.2, 32 le vittime accertate, resta la paura per le “repliche”

Un violentissimo terremoto ha colpito la costa del Chapas del Messico meridionale, nella zona al confine con il Guatemala. L'Istituto geofisico americano (Usgs) ha aumentato da 8,0 a 8,1 la magnitudo del terremoto che questa mattina ha colpito il Messico. Il governatore di Tabasco, Arturo Nunez, ha reso noto che uno dei due bimbi rimasti vittima del sisma e' morto in seguito al crollo di un muro, mentre l'altro, un neonato, a causa del black out nell'ospedale in cui era ricoverato e quindi del blocco della macchina da cui dipendeva per respirare. Il sisma è avvenuto nell'oceano Pacifico, lungo le coste del Messico nella zona vicina al Chiapas: l'epicentro è stato individuato sotto l'oceano Pacifico, 87 km a sudovest di Pijijiapan, a una profondità di 69,7 km.

Ottantacinque anni fa, esattamente il 3 giugno 1932, un terremoto con magnitudine 8.2 colpisce la costa sud del Paese messicano, negli Stati di Colima e Jalisco, distruggendo la città di Manzanillo e provocando la morte di circa 400 persone.

Sampdoria, Giampaolo: "La Roma ci dirà a che punto siamo"
E' difficile anche la sua convocazione. "Può fare veramente bene". "Attualmente lo considero solo un terzino sinistro". Defrel può ricoprire il ruolo di esterno, lui nasce esterno e poi l'ho fatto diventare centravanti.


La Compagnia petrolifera di Stato, la Pemex, sta controllando per eventuali danni alle sue installazioni e alla raffineria di Salina Cruz, ma al momento non sono stati riscontrati danni. Le altre quattro vittime sono state registrate a San Cristobal de las Casas, nello Stato del Chiapas. Il governatore dello stato del Chiapas, Manuel Velasco, ha chiesto di evacuare le aree abitate della costa. La colonna, che è stata eretta nel 1910, era crollata durante il terremoto del 1957. Le scuole della capitale rimarranno chiuse "per poter procedere a una revisione delle infrastrutture". Anche se distante da Città del Messico numerose persone hanno abbandonato le case e sono scese in strada al buio visto il black out nella capitale. Gli abitanti della capitale si sono riversati nelle strade dopo la scossa.

22 GIUGNO - E proprio l'ultima scossa, quella del 22 giugno, nonostante sia di una magnitudo minore delle precedenti, genera uno tsunami devastante, descritto come 'Terremoto-Tsunami' dai sismologi Okal e Borrero.

Latest News