Due zanzare veicolo di malaria a Bolzano

Malaria in Italia: «Ma è un caso eccezionale»

Malaria, almeno uno l'anno in Italia i casi autoctoni

Da qui lo stupore che suscitò il caso, che ha incredibili analogie con quello più tragico, della bambina bresciana di quattro anni che è stata uccisa dalla malaria dopo essere stata ricoverata alcuni giorni in ospedale. Ed ecco riemergere il tema delle migrazioni, che gli esperti medici respingono come corresponsabile della tragedia. Le zanzare infette sono dette "vettori della malaria" e pungono principalmente tra il tramonto e l'alba.

Ma quali sono i sintomi? Attenzione all'uso di profumazioni personali che possono attirare le zanzare. Le più note e colpevoli dell'infezione sono il Plasmodium vivax e Plasmodium Falciparum.

Bologna, Donadoni attende il Napoli: "7-1 una macchia, dimentichiamolo"
Per questo motivo ha deciso di puntare su una formazione in grado sia di contenere sia di attaccare gli avversari . Palacio? E' cresciuto fisicamente, ma è sempre difficile quantificare quanti minuti abbia nelle gambe.


Ma come può essere stata contagiata allora la bambina? Nel medesimo ospedale trentino, una famiglia residente a Trento e originaria del Burkina Faso, di ritorno da un viaggio in quel Paese dove si era recata in visita a parenti, aveva fatto ricoverare due bambine con la malaria. Che cosa succede quando veniamo punti dalla zanzara Anopheles? " Non nascondo che questa patologia è l'unica vera urgenza per un laboratorio di Microbiologia e la diagnosi va fatta il più velocemente possibile per dare la possibilità al clinico di avviare il percorso di cura". La vittima, che però si era salvata, era una donna di 60 anni che viveva in un podere a Castiglione della Pescaia. In questi casi la morte può arrivare anche nel giro di 24 ore. Ma dovesse restare un caso "criptico", cioè oscuro e inspiegabile - eventualità che gli stessi vertici della sanità trentina hanno ventilato - noi riteniamo che la Sanità trentina sia eccellente e che il caso di specie non debba intaccare l'immagine conquistata in anni di buona, ottima amministrazione. Per ottenere risposte più concrete occorre attendere l'esito dell'indagine epidemiologica. Sono coinvolte cinque specie di questi parassiti, tutte appartenenti al genere Plasmodium. I casi di malaria anche nel nostro paese sono tutt'altro che rari, come spiegano i numeri diffusi da regione Lombardia (127 quelli registrati fino ad oggi nella nostra Regione) ma sono davvero rarissimi nella storia recente i casi nei quali la malattia non viene contratta all'estero. Nell'arco di un anno all'Ospedale di Legnano vengono curati circa 15 pazienti affetti di malaria del tipo Plasmodium falciparum. Non si esclude che addirittura un insetto possa essere stato trasportato all'insaputa di qualche viaggiatore. La maggior parte della documentazione sanitaria della piccola è già al vaglio dei Nas dei carabinieri mentre si attendono altri dati provenienti da Brescia, dove la bambina è deceduta lo scorso lunedì, 4 settembre, e dall'ospedale di Portogruaro, dove Sofia era stata ricoverata una prima volta per un problema diabetico. È noto, infatti, che il Veneto è in rotta di collisione con Roma per il provvedimento governativo che ha lanciato la campagna vaccinale dei minori che impone termini molto difficili da rispettare per provvedere alla profilassi generale obbligatoria prima dell'inizio delle attività scolastiche. Strumenti sanitari infetti o la puntura di una zanzara? Al secondo ricovero, dopo ulteriori accertamenti, è risultata positiva ma, purtroppo, non c'era più niente da fare e la bimba è morta. La piccola Sofia non sarebbe mai stata in Africa o in un paese malarico e la zanzara che trasmette la malattia, la zanzara Anopheles, non risulta presente in Italia. Ciò comprometterebbe il sottobosco clientelare su cui si fonda l'attuale establishment.

Latest News