Vaccini, sono le ultime ore per la lettera a nidi e asili

Vaccini calendario vaccinale 2017-2019 per bambini adolescenti e adulti

Roberto Burioni smonta le 8 fake news sui vaccini

Se la platea complessiva che interessa i destinari della legge (i nati dal 2001, al 2016) è di 80mila tra bambini e ragazzi salentini; sono 10mila quelli che non risultano in regola. Il decreto n. 73/2017 convertito in Legge 119/2017 ha reso obbligatoria la vaccinazione. Vale anche per i minori stranieri non accompagnati. Stiamo parlando del Centro Vaccinazioni di Altamura, attualmente sistemato presso i locali al piano terra del Municipio - insieme a servizi di tutt'altra natura - che oltre ad essere di ridotte dimensioni, ha una sala d'attesa inadeguata che costringe chi è in attesa per la vaccinazione a sostare in strada, in via Pasquale Caso, fra lo smog di auto e in balia di qualsiasi condizione climatica. Anche questo non è vero, perché in molti Paesi i 10 vaccini vengono somministrati sovente con le stesse tempistiche e modalità. Alla luce di questo la prassi è diversa in base al comune di residenza. In primis, a questi è vietata l'iscrizione agli asili nido e alle scuole materne in tutto il territorio nazionale, sia in istituti pubblici che privati, finchè il genitore non ottempera agli obblighi vaccinali.

Nek, Max Pezzali e Francesco Renga insieme sul palco
Ed infatti, a quanto pare, Max Pezzali , Nek e Francesco Renga saranno insieme per " Duri da battere " e non solo. I sognatori secondo me non hanno colore o appartenenza".


Di seguito l'intervento del Direttore Sanitario Aziendale Carmela Matera, che ha specificato come "nel giro di poco tempo ci siamo ritrovati a far fronte a un improvviso raddoppiamento dell'attività vaccinatoria, che ci ha inizialmente lasciato in difficoltà". I genitori possono presentare un'autocertificazione (il modello ministeriale è scaricabile e stampabile dal sito della Usl 1 Dolomiti, che inizialmente consiglia questa soluzione), oppure presentare la prenotazione all'appuntamento per la somministrazione delle vaccinazioni non ancora effettuate. "L'accordo prevede un'autocertificazione da parte dei genitori (entro l'11 settembre), che sarà poi verificata nel medio termine (entro marzo) dalle Asl che conseguentemente darà riscontro alle scuole". Questi sono: pertosse, poliomielite, tetano, difterite, epatite B, Haemophilus influenzae B. Gli altri 4 vaccini in tetravalente. Per gli ultimi quattro c'è l'obbligatorietà per 3 anni, con verifica successiva del raggiungimento della copertura di sicurezza. Il medico potrà anche far fare al bambino le analisi del sangue per verificare gli anticorpi. Innanzitutto richiedendo al pediatra la prescrizione di esami ematici dei titoli anticorpali per ottenere l'esonero per avvenuta immunizzazione, in caso il bambino abbia già contratto la malattia. Infine non corrisponde al vero che i vaccini sono inutli perché le malattie sono scomparse. Dieci vaccinazioni obbligatorie che per la scuola dell'infanzia e i servizi educativi per l'infanzia sono il passepartout per l'ingresso a scuola. La scuola fornirà all'ASL, entro il 31 ottobre di ogni anno, le classi dove sono presenti due bambini non vaccinati. Non tutti i bambini infatti erano vaccinati o avevano fatto i richiami necessari e per essere in regola per l'inizio delle scuole si è creato il caos in molti centri vaccinali. In origine la multa prevista andava dai 500 ai 7.500 euro. Per i bambini fino a 6 anni verranno spediti entro il 10 settembre 2017.

Latest News