Via libera al domicilio digitale: multe e bollette arriveranno via mail

CASSETTA POSTALE IN PENSIONE, ARRIVA IL DOMICILIO DIGITALE

Arriva il “domicilio digitale”, all'indirizzo elettronico tutte le comunicazioni della Pubblica amministrazione

Per i professionisti tenuti all'iscrizione in albi ed elenchi e i soggetti tenuti all'iscrizione nel registro delle imprese è invece obbligatorio dotarsi di un domicilio digitale.

SERVIZI IN DIGITALE - E ancora: "Promuovere integrazione e interoperabilità tra i servizi pubblici erogati dalle diverse amministrazioni; garantire maggiore certezza giuridica in materia di formazione, gestione e conservazione dei documenti digitali; rafforzare l'applicabilità dei diritti di cittadinanza digitale e accrescere il livello di qualità dei servizi pubblici e fiduciari in digitale; promuovere un processo di valorizzazione del patrimonio informativo pubblico e garantire un utilizzo più efficace dei dati pubblici attraverso moderne soluzioni di data analysis". Verrà avviato prima della messa a punto dell'Anagrafe unica della popolazione residente e, con l'addio al postino, si stima in 250 milioni euro all'anno il risparmio per i Comuni. Cerchiamo di capirci di più e di vedere quali sono le novità che cambieranno le modalità di notifica e consegna di multe e atti della Pubblica Amministrazione.

Lo stesso decreto correttivo che ha introdotto il domicilio digitale ha istituito la figura del difensore civico per il digitale, che avrà il compito di gestire le segnalazioni dei cittadini riguardanti le presunte violazioni del Codice dell'amministrazione digitale.

La creazione del domicilio digitale rientra nel piano di digitalizzazione della PA inserito nella riforma Madia. Le amministrazioni pubbliche dovranno accettare obbligatoriamente il dialogo telematico, compresi i pagamenti elettronici, l'uso per i cittadini sarà facoltativo.

Legge Fiano: quando si ha sempre più paura dei morti
Alla riapertura dopo la pausa estiva, la Camera ha approvato ieri il ddl Fiano che introduce il reato di propaganda fascista . Pene aumentate però di un terzo "se il fatto è commesso attraverso strumenti telematici o informatici".


Ma cos'è, in pratica, il domicilio digitale? Numerosi i vantaggi anche per i cittadini che vanno dal risparmio di tempo alla possibilità di utilizzare il domicilio digitale per le comunicazioni con valore legale anche tra privati.

In sostanza, il domicilio digitale rappresenterà il recapito ufficiale cui le pubbliche amministrazioni potranno inviare i loro atti, dagli avvisi di accertamento, alle notifiche, agli atti amministrativi.

Fino ad ora il domicilio digitale era stato "bloccato" perché legato alla piena realizzazione dell'Anagrafe digitale, una sorta di mega database che andrà a sostituire le singole realtà comunali. I domicili digitali saranno raccolti in un indice, realizzato prezzo l'Agenzia per l'Italia digitale. Ovviamente però ci sono dei costi per sostenere l'infrastruttura tecnologica alla base del nuovo domicilio digitale. Si tratterà di un portale online ad hoc.

Latest News