Lega Nord, conti correnti bloccati

Salvini:

Lega, Salvini: "Pm ci bloccano i fondi, attacco alla democrazia"

"Oggi, per la prima volta nella storia della Repubblica, i giudici stanno bloccando l'attività di un partito politico". "In Italia si vuole mettere il bavaglio al dissenso". Salvini parla di "attacco alla democrazia". Salvini annuncia: "Faremo ricorso, ma con i tempi della giustizia italiana dovremo attendere un anno".

"La magistratura - dice il segretario della Lega - ci sta bloccando i conti correnti, i soldi dei conti non sono più nella nostra disponibilita'".

Salvini ha raccontato che il provvedimento di sequestro cautelativo è stato deciso dal tribunale di Genova sulla base di una sentenza di primo grado: "in sostanza, saremmo chiamati noi a rispondere degli eventuali errori e mala gestione di fondi pubblici da parte del Carroccio della gestione Belsito con Bossi 9 anni fa, con la richiesta di 48 milioni".

I genitori del 17enne scoprono la confessione del figlio durante la diretta
Dopo averne ricevuto la conferma sul suo cellulare, la giornalista ha così informato la coppia: "La ragazza è stata ritrovata". I genitori quindi hanno appreso proprio dal programma tutta la vicenda e si può vedere la loro reazione diretta.


Pronta la contro-replica di Salvini: "Renzi si vergogni". "Io ancora non ho niente in mano, aspetto di saperne di più", aggiunge.

Roma, 14 set. (askanews) - Altro che "Roma ladrona", è proprio la Lega che "ha rubato i soldi del contribuente". La Lega deve dare 48 milioni di euro del contribuente. E' preoccupante che il segretario di un partito che si definisce democratico se ne freghi della presunzione di innocenza. Insomma, "per mano della magistratura si sta provando a mettere fuori legge un partito, senza nessun atto formale in tasca, non ci è stato consegnato nulla. Se pensano di spaventare o fermare la Lega si sbagliano". In una conferenza stampa alla Camera, Salvini ha spiegato che alcune banche, a livello locale (in Emilia, in Liguria, a Bergamo, a Trento) hanno negato l'accesso ai conti correnti di dirigenti locali della Lega chiamati a fronteggiare le spese per l'organizzazione della prossima manifestazione di Pontida e in vista dei referendum in Lombardia e Veneto. "Così la smetteranno di fare tutti i giorni la morale a Roma ladrona". "Ci hanno informato i vari direttori di banca che oggi ci hanno chiamato per dirci che venivano chiusi i conti correnti", ha spiegato l'avvocato Filippo Marcenaro che insieme al collega Stefano Cavanna assiste il Carroccio a Genova.

Latest News