Napoli, comunicato ufficiale: "E' terminato il silenzio stampa"

Maurizio Sarri tecnico del Napoli

Napoli, partenza col botto e mercoledì c'è lo Shakhtar

Dalle ore 18 CalcioNapoli24.it vi proporrà la diretta testuale della conferenza come di consueto.

Condizione atletica? "Se fosse così gli altri stanno peggio di noi perché nei secondi tempi corriamo più di loro". Sono tre giocatori che possono giocare insieme, vediamo. Sono uno che dice quello che pensa: uscire al 60' è anche un po' deprimente.

In chiusura, due parole su Hamsik: "Per me è insostituibile, ha una capacità di giocare tra le linee che non ha nessuno dei nostri centrocampisti". Se superiamo indenni quei momenti della partita, andiamo a fare risultato grazie al forte potenziale in attacco. "Non c'è poi tanta differenza tra avere un pizzico di culo e una mentalità vincente". "Lo Shakhtar poi ha qualità tecniche elevatissime, è un girone non semplice". Ci creerà difficoltà perché ci obbligherà a difendere bassi per alcuni tratti di gara.

Milan, Montella: "Bonaventura? Abile nell'1 contro 1. Kalinic? Molto altruista"
Suso come si sposa col 3-5-2? Abbiamo una formazione ben miscelata e molto esperta, non credo possano esserci questi problemi. Il nuovo modulo? Penso siano solo numeri, lo abbiamo provato, siamo tanti dietro e possiamo giocare sia a 3 sia a 4.


Il silenzio stampa non c'è più, ci sarà stampa per porre queste domande e ascoltare le risposte. Lo Shakhtar è una squadra forte, poco conosciuta in Italia: è abituata a fare la partita e ha giocatori offensivi molto tecnici, attaccano con molti giocatori. È stato voluto dalla società, da dipendente mi sono adeguato.

Milik ha invece iniziato parlando dell'esordio dello scorso anno: "Ricordo le due reti alla Dinamo Kiev, mi aiutarono tantissimo". Il primo riposo a Insigne? Raiola? Non so neanche esattamente cos'abbia detto, sinceramente me la trova lui la squadra se vado via (scherza, ndr)! "Giochiamo la Champions e abbiamo una stagione ricca di gare intriganti". Abbiamo di fronte una stagione piena di partite affascinanti.

Il Napoli sta vivendo una vera e propria favola con il suo condottiero Maurizio Sarri. E' importante ogni partita e dovremo dare il massimo in tutte e sei le sfide. Dovremo fare il nostro gioco, con tanto possesso palla e occasioni da gol. Non credo di aver perso qualcosa durante quest'anno, penso di essere cresciuto come calciatore: non avendo possibilità di allenarmi per un certo periodo, ho dedicato il mio tempo ad un lavoro mentale. Prima maglia sia per gli ucraini che per i partenopei. "Feyenoord e Shakhtar sono squadre di livello e soprattutto gli ucraini sono una squadra molto sottovalutata, anche dalla stampa italiana, perché gioca in un campionato che non seguiamo".

Latest News