Roma-Atletico Madrid, Di Francesco: "Alisson determinante, dobbiamo crescere"

Champions, Roma-Atletico in 5 storie curiose

Roma-Atletico Madrid: diretta tv e streaming

Ho aspettato tanto per giocare, ma anche questo è il calcio. Per qualche minuto ila squadra di Di Francesco si assenta, ed è spettacolo Real, pericolo ma impreciso, incapace di sfruttare il momento di difficoltà della rivale.

Simeone ha come arma segreta Burgos, il suo vice... Me lo sto chiedendo anch'io. Si fa intenso il pressing della squadra di Simeone che non riesce a centrare lo specchio della rete, i padroni di casa sono attenti nelle risposte, tuttavia manca la concretizzazione. Dobbiamo fare i complimenti al portiere, le ha fatte Alisson le parate, non abbiamo tirato fuori, tranne il palo di Saul. Al Camp Nou riparte il sogno bianconero di alzare quella Coppa sfumata a Cardiff: alle 20.45 (ecco dove si vede) Allegri affronta i blaugrana di Valverde. I Colchoneros si difendono con tutti gli uomini alle spalle del pallone e cercano di ripartire velocemente.

Allegri, però, è alle prese anche con i dubbi di formazione, perché l'emergenza è grossa: Khedira, Marchisio, Mandzukic e Chiellini out per infortunio, Cuadrado squalificato, Howedes ancora lontano da una condizione accettabile. È un pareggio da prendere in maniera comunque molto positiva, anche perché vista la larghissima vittoria del Chelsea la sensazione è che il girone si possa decidere nel ritorno al Vicente Calderón. Non a caso, non appena tornati con la difesa a 3, la Roma ha ritrovato compattezza nel finale di gara di ieri. La Roma ora è schiacciatissima nella sua area con l'Atletico Madrid che stazione permanentemente sulla tre quarti avversaria.

Insigne: "Non so cosa abbiamo sbagliato, ora testa bassa e lavorare"
Sul finire del primo tempo stavamo riniziando a giocare il nostro calcio, il secondo gol ci ha demoralizzato ma non abbiamo mai smesso di crederci.


BRUNO PERES 6,5 Vince il ballottaggio con Florenzi e fa una partita convincente in tutte e due le fasi. All'83' Correa si gira in un fazzoletto e costringe Alisson all'ennesimo grande intervento, ma è incredibile quello che succede al 91′ quando su corner Saúl colpisce di testa, Alisson ancora si oppone da campione e sulla respinta lo spagnolo colpisce l'incrocio dei pali. "Il bosniaco conosce bene la Champions League, questa sera deve fare la differenza".

Vero pure che la Roma americana in Champions ha incassato tante sconfitte (8 su 16) e due figuracce (l'1-7 col Bayern e il 6-1 di Barcellona). Bonucci? Non è Pelè: "un ottimo giocatore, ma adesso è più il giocatore rossonero a soffrire l'assenza di Chiellini e Barzagli che il contrario". Alto 193 cm per 91 kg, molto reattivo, dotato di ottimi riflessi e con un ingaggio tutto sommato basso per le sue qualità (1,5 milioni di euro), il portiere ha anche vestito la maglia della nazionale brasiliana, con cui ha esordito nell'Ottobre 2015 in una partita di qualificazione mondiale contro il Venezuela.

Latest News