Meteo 14 settembre 2017, nuovo peggioramento sulle regioni settentrionali

Condizioni temporaneamente stabili sull'Italia

Meteo 14 settembre 2017, nuovo peggioramento sulle regioni settentrionali

Il weekend sarà dunque instabile dal punto di vista climatico: le previsioni meteo indicano l'arrivo di una perturbazione dall'Atlantico, che colpirà con temporali sulle Alpi e la Liguria. Locali brevi piogge lungo l'Appennino centrale. Ancora bel tempo invece al Sud, dove le temperature resteranno sui 33-34 gradi in Puglia, Basilicata e Calabria.

Centro e Sardegna: al primo mattino cielo molto nuvoloso o coperto sulle regioni tirreniche peninsulari, e sull'Umbria, con rovesci o temporali diffusi sulla Toscana, Umbria occidentale e Lazio settentrionale. Il maltempo - come riportato da Repubblica - arriverà però anche nelle regioni meridionali, seppur in ritardo: la prossima settimana è previsto un calo termico per il quale le temperature scenderanno di 4-6 gradi. Il nostro paese infatti sarà diviso in due con maltempo al centro-nord e sole e caldo al sud. Durante la giornata di oggi la temperatura massima registrata sarà di 23°C, la minima di 14°C, lo zero termico si attesterà a 3100 m. I venti saranno al mattino deboli e proverranno da Nordovest, al pomeriggio assenti o deboli e proverranno da direzione variabile. L'instabilità si farà sempre più accesa sulle regioni settentrionali e andrà estendendosi anche al Centro nei prossimi giorni. Dei fenomeni, anche forti, potranno interessare anche la Lombardia.

Ryanair cancella 2mila voli e offre voli alternativi o rimborsi
Il livello di puntualità a cui si è scesi "è inaccettabile per Ryanair e i suoi passeggeri", recita una nota. Ryanair cancellerà fino a 50 voli al giorno per le prossime sei settimane, circa 2000 voli in tutto.


"3bmeteo.com comunica le previsioni del tempo sull" Italia per la giornata di domenica 17 settembre 2017. Dal tardo pomeriggio-sera di oggi, i temporali interesseranno inizialmente il Friuli Venezia Giulia. I venti così come le correnti si muoveranno da sud verso nord anche se non dovrebbero causare grossi problemi con al meridione la possibilità di farsi ancora il bagno.

I modelli identificano lungo la fascia costiera del medio e basso Tirreno il richiamo di venti molto caldi ed umidi di Scirocco che verranno prelevati da un temporaneo innalzamento delle fasce anticicloniche subtropicali in corrispondenza del Mediterraneo orientale. Viene evidenziato un certo rischio di fenomeni temporaleschi di natura "severa" nella fascia costiera compresa tra bassa Toscana (provincia di Grosseto) sino alle coste della Campania, laddove dovrebbero esaurirsi.

Latest News