Torino, droga. Blitz dei Cc, 17 arresti

Torino smantellato il

Torino smantellato il"magazzino della droga di Porta Palazzo Oggi alle 07:11

Un vecchio stabile occupato, nel cuore di Torino, trasformato in un magazzino all'ingrosso del fumo. Un'ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata notificata a 17 persone (14 marocchini e tre italiani), mentre altri 16 arresti erano stati eseguiti nel corso dell'indagine (consistita, tra l'altro, in 77 micro-blitz), con altre sette persone denunciate a piede libero.

Sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di produzione, traffico e detenzione di sostanze stupefacenti, aggravato dall'aver venduto decine di dosi anche a minorenni.

Uno stabile di Torino, in zona Porta Palazzo, occupato abusivamente da famiglie di extracomunitari, era il quartier generale di una banda di spacciatori maghrebini. La droga arrivava direttamente dal Marocco. Tra i compratori, studenti, operai e professionisti. Il "fortino dei pusher" era situato in via Lanino, a due passi da piazza della Repubblica.

Si è presentata in caserma la 16enne allontanatasi cinque giorni fa
Da cinque giorni non si hanno notizie di una sedicenne, Mina Ardone , e i familiari ne hanno denunciato la scomparsa ai carabinieri.


"Quello della droga è un mercato che non sembra andare in crisi e tra i clienti ci sono sempre più ragazzini molto giovani - spiega il comandante provinciale dei carabinieri di Torino, colonnello Emanuele De Santis -". Una pensionata residente a Cuneo che in quel discount della droga è stata sorpresa ad acquistare quasi quattro chili di hashish e che per questo è stata arrestata.

Delle vedette lo controllavano 24 ore su 24 e, al suo interno, la droga veniva raffinata, preparata e smerciata a pusher di tutto il Piemonte.

Latest News