Il Dalai Lama in Sicilia, tra Taormina, Messina e Palermo

Il Dalai Lama in Sicilia, tra Taormina, Messina e Palermo

Il Dalai Lama in Sicilia, tra Taormina, Messina e Palermo

Il calendario è già cominciato con l'arrivo all'aeroporto di Fontanarossa di Catania.

Ad accogliere nella città ionica erano presenti il sindaco di Taormina, Eligio Giardina, l'Assessore Regionale al Turismo Antony Barbagallo e del Sindaco della Città Metropolitana Renato Accorinti, che hanno sottolineato l'alto valore politico ed umanitario della presenza di un leader carismatico, premio Nobel per la pace nel 1989 e massimo rappresentante della quarta religione per numero di credenti. Domenica sarà al Teatro Vittorio Emanuele di Messina dove gli verrà conferito il Premio "Costruttori di pace, giustizia e nonviolenza - Città di Messina": lui ricambierà con due lezioni su "Etica compassionevole e interdipendenza" e "L'attività educativa e l'addestramento della mente; la via più efficace per lo sviluppo delle coscienze".

F1, GP Singapore 2017, Vettel: "Ho urlato più del pubblico"
Nel nostro Paese sono molti gli appassionati e ancora di più sono i tifosi della scuderia di Maranello . Sebastian Vettel: "Ho lottato tanto sia la mattina che il pomeriggio".


Nel suo intervento il Dalai Lama ha iniziato ad affrontare il tema della pace come incontro tra i popoli e come opportunità per l'evoluzione dell'umanità, prima di proseguire la sua lectio magistralis sul tema "In cammino verso la saggezza e la felicità attraverso la meditazione", un percorso nell'animo dell'essere umano per la conquista dell'equilibrio interiore, uno stato di beatitudine sempre più messo in discussione da una società votata al consumismo e alla materialità spicciola.

Sempre nella giornata di Domenica, il Dalai Lama si trasferirà a Palermo, un ritorno dopo vent'anni, quando gli fu conferita la cittadinanza onoraria. Lunedì 18 settembre, alle 9,30, Tenzin Gyatso, leader spirituale del Tibet e Premio Nobel per La Pace, terrà la sua conferenza sull'"Educazione alla Gioia". Al Teatro Massimo - al centro di un complesso sistema per garantire la sicurezza di Sua Santità - potrà accedere soltanto chi è provvisto del biglietto o dell'apposito pass. Tantissimi i giornalisti e le troupe televisive che in queste ore stanno sbarcando a Palermo per seguire l'evento. Il primo cittadino lo inviterà a firmare il libro d'onore di Palermo e gli consegnerà una medaglia della città. Al Dalai Lama saranno conferite le cittadinanze onorarie dei Comuni di Ventimiglia di Sicilia e Isola delle Femmine. Poi ha aggiunto: "Non lo poteva e non lo doveva fare". Non prima di aver ricevuto alcuni doni-simbolo: un Ficus religiosa, per esempio, l'albero sacro per eccellenza per i buddisti, gianisti e induisti. Il XIV Dalai Lama Tenzin Gyatso, nel porgere i ringraziamenti a tutti gli intervenuti all'incontro, ha esordito sottolineando l'alto valore dell'azione umanitaria che si sta realizzando in Sicilia con l'accoglienza ai profughi, una linea d'intervento che testimonia l'impegno dell'isola al sostegno della pace mondiale e della fratellanza dei popoli. Si tratta di una pianta che non cresce nei nostri climi, coltivata all'Università di Palermo in occasione della speciale visita, l'albero sarà interrato all'Orto Botanico di Palermo.

Latest News