Morte prematura, 5mila vittime per colpa dei motori 'taroccati' del Dieselgate

Le emissioni manipolate hanno un costo rilevante in termini di vite umane

Le emissioni manipolate hanno un costo rilevante in termini di vite umane

È il risultato choc di un approfondito studio messo a punto da un'equipe internazionale di ricercatori, coordinata dall'Istituto meteorologico norvegese in collaborazione con la IIASA (International Institute for Applied Systems Analysis) e il Dipartimento di Spazio, Terra e Ambiente presso l'Università della Tecnologia svedese.

In Europa le emissioni in eccesso dei motori diesel 'taroccati' con software illegali, al centro del cosiddetto scandalo Dieselgate, hanno provocato la morte prematura di cinquemila persone all'anno, la maggior parte delle quali concentrate proprio in Italia. Dai risultati di questa indagine emerge che il nostro Paese è quello più colpito di tutta Europa.

Читайте также: Emmy Awards 2017: gli abiti più belli

Secondo quanto hanno rilevato gli esperti, sono 425mila le morti annue riconducibili all'inquinamento dell'aria nei 28 Paesi dell'Unione europea più Norvegia e Svizzera. E di queste, 4.560 sono riconducibili alle emissioni in eccesso rispetto ai limiti dichiarati dalle case automobilistiche. I Paesi più colpiti sono Germania, Francia e Italia perchè hanno più popolazione e più auto diesel. I meno colpiti, invece, sono Norvegia, Finlandia e Cipro.

Il triste primato della Penisola "riflette la situazione molto negativa dell'inquinamento specialmente nel Nord Italia, densamente popolato", spiega l'autore della ricerca, Jan Eiof Jonson dell'Istituto norvegese di meteorologia.

При любом использовании материалов сайта и дочерних проектов, гиперссылка на обязательна.
«» 2007 - 2017 Copyright.
Автоматизированное извлечение информации сайта запрещено.

Код для вставки в блог

Latest News