Montella: "Andrè Silva titolare, ma impari da Inzaghi. Mi rivedo in Dybala"

Suso Milan Cagliari Serie A

Calciomercato Milan, sempre più vicino il rinnovo di Suso fino al 2022

"Con Semplici ho un rapporto splendido, veniva spesso a vedere gli allenamenti quando ero a Firenze e lui allenava la Primavera". "Non posso che fare i complimenti alla SPAL ed a Semplici". Ha meritato la promozione, la sua squadra gioca con ordine, con logica ed è pericoloso in attacco. La Spal è una squadra molto coordinata in campo, è difficile giocarci contro e l'hanno dimostrato contro Lazio e Inter.

PARTITE OGNI TRE GIORNI - "Cambia tanto, cercando di avere una turnazione visto che giochiamo sempre ogni 3 giorni". Modulo? Siamo sulla linea di trovare un assetto definitivo, ma non ci sarà una squadra definitiva.

Gol subiti. "Credo che la squadra abbia un'identità a prescindere dai moduli". Anche i calciatori lo devono accettare, prima lo fanno e meglio è per sé stessi. Abbiamo la possibilità di alternare i giocatori in base a caratteristiche e fisico, soprattutto in atacco serve la freschezza mentale e fisica'.

Montella non sente la mancanza di un grande attaccante: "Sono contento della campagna acquisti fatta. Vedo che in questo deve ancora crescere".

Turnover. "Le prestazioni dei ragazzi stanno dimostrando che non sto sbagliando, mi auguro che evidenzieranno in senso positivo queste scelte".

PROBLEMI SUSO E BONUCCI - "No, Bonucci ha fatto effetto il suo trasferimento e ciò ha aumentato le sue responsabilità". Montella però domani punterà su di lui: "André Silva era coinvolto anche domenica senza giocare". Sono pochi a non dover dimostrare tutto ogni volta, abbiamo grande ambizione e vogliamo giostrare tutti. Sono contento che ci sia possibilità di scelta, i ragazzi stanno rispondendo alla grande'. Ci trasmettere serenità per quello che stiamo facendo.

SULLA CONDIZIONE ATTUALE: 'La percentuale non la so, ma sono ottimista perchè la squadra sta crescendo'.

Psg, lite Cavani-Neymar per un rigore. Tira l'uruguaiano e sbaglia
Entrambi vogliono incaricarsi per l'esecuzione , Cavani dice qualcosa al compagno, il quale si allontana piuttosto turbato. La rottura tra Cavani e Neymar e il mercato, con il Milan alla finestra...


Sulle parole di Cassano - "Dybala gli ricorda Montella? Provai a comprarlo, poi lo fece il Palermo a cifre già altissime".

Kalinic. "Le qualità di Nikola le conoscevamo tutti, le ha dimostrate domenica non solo in fase realizzativa". Era apparentemente soddisfatto domenica, non è entrato ma è andato a salutare i tifosi a fine partita. "Quella con la Spal è una partita che si risolverà sulle giocate dei singoli, con dei tiri da fuori, vincendo i duelli in campo e ce ne saranno tanti", ha aggiunto Montella.

SULLE DICHIARAZIONI DI BOBAN: 'Non ho spirito di rivalsa verso le sue dichiarazioni, le rispetto'. E' un ruolo molto dispendioso, sto valutando.

SULLE CRITICHE POST OLIMPICO: 'Ci stanno, fanno bene e non mi hanno dato fastidio'. "Vero che Abate si avvicina più a Conti come caratteristiche, ma ho provato lui e ha fatto bene". Ha una verticalità importante. "Può giocare insieme a Bonaventura, con questo sistema di gioco può giocare più alto, per cui possono giocare insieme".

Musacchio - "Sottovalutato? Ha avuto un impatto importante, si è adattato subito". "Suso per me non è affatto un problema, è un giocatore importantissimo e adesso sarà più sereno perché abbiamo tutti letto che ha rinnovato con il Milan", dice il tecnico rossonero.

Franck Kessié ha trovato qualche difficoltà contro Cagliari e Lazio ma si è riscattato contro l'Udinese con una buona prestazione: "Kessié è un '97, ha 20 anni, quindi è normale possa avere degli alti e bassi".

Latest News