Allegri sul derby: "Barzagli non gioca, Khedira torna in Champions"

Juve, Allegri: 'Szczesny erede di Buffon, domani gioca lui. Su Higuain...'

Juventus, Allegri: “Gioca Szczesny, su Higuain, Khedira e Chiellini…”

Dopo la gara di mercoledì scorso contro la Fiorentina, Max Allegri si prepara al derby contro il Toro, consapevole di affrontare un avversario forte: "Hanno completato una rosa già molto competitiva lo scorso anno con degli innesti ideali al loro gioco". La squadra di Allegri è prima con il Napoli a punteggio pieno, il Torino è quinto a 11 punti ed ha iniziato benissimo questa stagione.

Solo elogi invece per l'amico Ljajic: "Ljajic è un amico oltre ad essere un grande giocatore: ha tutto per esserlo, gli manca solamente un po' di continuità di prestazioni e di goal, ma ha cominciato bene".

Roma, Di Francesco: "Mertens-Dybala? Punto sul collettivo. E su Dzeko"
Capitolo finale, immancabile, dedicato alle critiche: " Tutto il mondo è paese, succedeva anche a Sassuolo. Nelle situazioni in cui siamo l'ho portato a destra, non rendendo magari per le sue reali qualità".


NIANG - "Il percorso dei giovani più o meno è lo stesso. Hanno anche Niang e Iago Falque, e' una squadra di qualita' che quest'anno ha aggiunto forza fisica e solidita'". Deve trovare il suo equilibrio. Lui ha sempre giocato con tutti gli allenatori che ha avuto. Capita di non fare gol per qualche partita, così come capiterà che resterà fuori. Juventus (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner, Benatia, Chiellini, Alex Sandro; Matuidi, Pjanic; Cuadrado, Dybala, Mandzukic, Higuain. Da quando quest'ultimo è arrivato ha detto forse quattro parole, ma quanto corre e quanto è intelligente. E' un giocatore straordinario e io lo sosterrò, sempre: se tutti ti stanno dietro, significa che sei importante.

Dichiarazioni che sicuramente non avranno fatto piacere ai tifosi giallorossi, sopratutto perché ai tempi in cui il centrocampista militava nella Roma era considerato come un elemento fondamentale, ma il successivo passaggio alla Juventus già sul momento aveva fatto discutere moltissimo. Giocherà Rugani? Allegri deciderà domani: "E il giocatore più presente perché è cresciuto, deve ancora migliorare in malizia e nell'uno contro uno". Tecnicamente è migliorato. Gli serve esperienza e sicurezza. Matuidi giocherà, ha grandi caratteristiche e intelligenza tattica. Infortuni che non dipendono dalla condizione, probabilmente, ma come conferma il tecnico la preparazione è tarata sul lungo periodo: "Abbiamo messo carichi importanti, di solito verso metà ottobre iniziamo un po' a correre. Domani? Vedremo, non ho ancora deciso nulla". Sta facendo un buon campionato, ma cento milioni sono tantissimi. "Lui è un punto fermo della Nazionale, sta a lui portarci al Mondiale".

Latest News