Roma, Di Francesco: "Mertens-Dybala? Punto sul collettivo. E su Dzeko"

Roma, Di Francesco:

Roma, Di Francesco: "Mertens-Dybala? Punto sul collettivo. E su Dzeko"

TRE FISSI - L'Udinese si presenterà all'Olimpico con tre soli punti, ma Di Francesco non si fida: "Dobbiamo avere lo stesso atteggiamento delle ultime gare, con forza e determinazione".

In quattro delle cinque partite (tutte le competizioni) con Di Francesco in panchina, la Roma non ha subito gol. "Affrontiamo una squadra che ha valori importanti e ha raccolto meno di quanto seminato". Per questo la Roma farà poco turnover: "Aiuta solo quando ci sono i risultati". Io ho sempre parlato di collettivo, di due giocatori per ruolo e non di titolari e riserve, questo è significativo.

"Poca competitività in Serie A?". Detto questo credo che tutte le partite hanno un significato particolare, più il campionato andrà avanti e meno si vedrà questa differenza, le squadre si abitueranno. Chi ha conquistato la Serie A deve meritare questa chance.

Londra non vuole più Uber
Nella capitale britannica Uber impiega circa 40 mila autisti che servono 3,5 milioni di clienti. La città gli aveva concesso una licenza di 5 anni, che scade appunto il 30 settembre .


La questione attaccanti è stata a lungo analizzata dal tecnico giallorosso: "Non abbiamo un Dybala o un Mertens?" Quando abbiamo costruito questa Roma però ci siamo basati sul collettivo, ci credo molto. I calciatori ti fanno vincere le partite, ma se insieme te le fanno vincere preferisco nettamente. Tra i quali la continuità. Hanno dimostrato di avere maggiore solidità, a noi un po' manca perché abbiamo cambiato tanto ma sono convinto che stiamo recuperando terreno e consapevolezza.

Defrel. "È stato preso per essere l'alternativa a Edin. Nelle situazioni in cui siamo l'ho portato a destra, non rendendo magari per le sue reali qualità". Emerson ha fatto oggi ad Amburgo il controllo del ginocchio, sta rispettando i tempi. Karsdorp ha avuto un piccolo problema muscolare: "come Schick, voglio prima allenarli bene e poi metterli in campo, non voglio avere fretta".

Turnover Dzeko, Alisson e Kolarov. Ci sono dei viaggi di mezzo, ma loro domani giocano: "è giusto sfruttare la loro grande onda di entusiasmo e forza dopo queste gare". Capitolo finale, immancabile, dedicato alle critiche: " Tutto il mondo è paese, succedeva anche a Sassuolo. Siamo in costruzione soprattutto in quel ruolo, dove ho meno certezze ma è naturale quando ci sono giovani come Under. "Mi sento a mio agio qui dentro e fuori".

Latest News