Def, Gentiloni: "Non sarà una manovra depressiva"

Oggi Def in Cdm Padoan predica prudenza. Ma la strada è in salita

DEF, l'Istat anticipa al Tesoro i conti economici

Tra gli annunci, in attesa dell'approvazione entro il 15 ottobre il premier Paolo Gentiloni e il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan parlano delle clausole Iva e dell'ipotesi di una rottamazione bis delle cartelle.

Per Gentiloni il quadro economico "è positivo, con numeri di crescita più alti e più stabili", e sarà tale da consentire il conseguimento di un margine favorevole di finanza pubblica, per "portare in Parlamento una legge di bilancio che non sia un freno alla tendenza positiva dell'economia".

Quanto al deficit, questo si attesterà all'1,6% nel 2018, con un aggiustamento strutturale dello 0,3%, anche frutto del dialogo con l'Unione Europea. "I margini per discutere ci sono sempre - ha poi puntualizzato il presidente del Consiglio - ma certamente non credo che ci siano margini per operazioni generalizzate".

Cala anche il debito pubblico, che dal 131,6% di quest'anno passerà al 129,9% del Pil nel 2018. Il lavoro che il ministro Padoan ha raggiunto in questi anni sono sotto gli occhi di tutti.

Spal-Napoli in diretta tv, dove vedere la partita
La prossima sfida sarà contro il Napoli e sappiamo benissimo quanto sarà dura". Inoltre ci sono tanti calciatori napoletani alla Spal , tipo Schiattarella.


(Teleborsa) - Il Governo stringe i tempi per la presentazione della nota di aggiornamento alla manovra finanziaria.L'Istat ha reso noto che, a seguito di una richiesta del Ministro dell'Economia e Finanze, oggi alle ore 13.00 ha trasmesso allo stesso Dicastero le tavole dei dati di Contabilità nazionale annuale allegate al comunicato stampa "Conti economici nazionali anno 2016", la cui pubblicazione è fissata domani 22 settembre alle ore 10.Questa trasmissione anticipata dei dati rappresenta una deroga alla procedura di diffusione dell'Istat, che non prevede anticipazioni delle informazioni prima della loro pubblicazione, precisa l'Istituto nazionale di statistica in un comunicato, aggiungendo che allo scopo di assicurare una simmetria informativa le stesse tavole sono state trasmesse all'Ufficio Parlamentare di Bilancio mentre le variabili che concorrono al Reddito Nazionale Lordo sono state trasmesse, secondo le consuete procedure, a Eurostat. Valuteremo la possibilità di operazioni puntuali. "Insomma nella finanza pubblica, grazie a una crescita più elevata e alla Commissione Ue" siamo in grado di avere uno "spazio fiscale maggiore".

Il debito, prosegue il ministro, "sta cominciando a scendere e noi prevediamo un sentiero di discesa che accelera, che vuol dire che la fiducia sui mercati aumenterà e questo si avvarrà di un meccanismo virtuoso di contenimento dei tassi del costo del debito".

"Il debito - ha affermato Padoan - scende nel 2017 anche tenendo conto delle somme messe a disposizione del sistema bancario per affrontare le ben note situazioni di crisi". "Molte voci importanti nell'insieme di politiche invariate saranno sostenute e ci potranno essere margini per alcune priorità selezionate" afferma Padoan. "È una delle tante misure che stiamo valutando, vedremo", ha detto il minsitro interpellato sulla questione.

Latest News