Monza, ragazzino di 13 anni muore di meningite

Cronaca nazionale                  Morto il 13enne colpito da meningite profilassi per famigliari e amici

Cronaca nazionale Morto il 13enne colpito da meningite profilassi per famigliari e amici

Non ce l'ha fatta il 13enne ricoverato da ieri nell'ospedale San Gerardo di Monza per una meningite di tipo C. Il ragazzo si è spento nel reparto di terapia intensiva e rianimazione, dove era mantenuto in vita dall'Ecmo, la macchina "cuore polmoni" per la circolazione extracorporea. Hanno inoltre effettuato la profilassi 23 compagni di classe e 12 insegnanti dell'Istituto tecnico industriale Alessandrini di Abbiategrasso (Mi)"."Ribadisco - ha detto il titolare regionale della Sanità - che come abbiamo fatto negli altri casi che si sono verificati all'interno di istituti scolastici offriremo la vaccinazione a tappeto per tutti gli studenti dell'istituto coinvolto. Per lui era arrivata la conferma di sepsi da meningococco di tipo C ed era scattata la profilassi per i contatti stretti del ragazzo. Il ragazzino si è sentito male nella notte tra martedì e mercoledì. I medici gli avevano diagnosticato la Meningite e, quando le sue condizioni si erano aggravate, era stato trasferito all'ospedale monzese."Come anticipato - ha spiegato l'assessore Gallera - sono già stati sottoposti a profilassi tra i contatti stretti del ragazzo 3 familiari e 19 amici. Nei prossimi giorni verrà comunicato il programma agevolato che l'Ats di Milano sta organizzando con l'Asst Ovest Milanese". Ma era già "in condizioni critiche", ha riferito nelle ultime ore lo stesso Gallera.

Burger King contro IT: "Fa pubblicità al McDonald's"
A chiederne il bando anche la troupe teatrale di clown di San Pietroburgo per il quale denigrerebbe la professione. Fatto sta che finora in Russia It, in 20 giorni di programmazione, ha incassato 14 milioni di euro.


Abbiategrasso - Questa mattina, presso l'Aula magna dell'Istituto, si è svolto un incontro presieduto dalla dirigente scolastica Alba Arcidiacono e dalla dottoressa Danila Caso, dirigente dell'Unità Operativa di Medicina Preventiva delle Comunità dell'Ats Città Metropolitana, che ha offerto ai genitori dei ragazzi tutte le informazioni utili.

Latest News