Auto elettrica, Marchionne: "È un'arma a doppio taglio"

Max Rossi  Reuters

Max Rossi Reuters

"Le auto elettriche possono sembrare una meraviglia tecnologica, soprattutto per abbattere i livelli di emissioni nei centri urbani, ma si tratta di un'arma a doppio taglio". Tuttavia, il numero uno del gruppo FCA ha ribadito che l'azienda sta lavorando sulla tecnologia dell'elettrico in tutte le sue declinazioni, dagli ibridi leggeri a 48 volt, agli ibridi tradizionali, ai plug in, sino ai sistemi totalmente elettrici. Marchionne spiega che, per perseguire la riduzione delle emissioni di CO2 e della dipendenza da petrolio, "non esiste una soluzione unica, né una formula magica".

Sempre più case automobilistiche annunciano che punteranno sull'elettrico nei prossimi anni. "Forzare l'introduzione dell'elettrico su scala globale, senza prima risolvere il problema di come produrre l'energia da fonti pulite e rinnovabili, rappresenta una minaccia all'esistenza stessa del nostro pianeta" ha ricordato l'ad di FCA, aggiungendo "Quella dell'elettrico è un'operazione che va fatta senza imposizioni di legge e continuando nel frattempo a sfruttare i benefici delle altre tecnologie disponibili, in modo combinato".

Читайте также: Serie B, Castori è il nuovo allenatore del Cesena

Marchionne questo dubbio non sembra averlo, sapendo del resto che non può, come ha fatto finora Tesla senza segnare alcun profitto (anzi, perdendo finora 675 milioni di dollari), bruciare 10 miliardi di dollari in investimenti solo per fare parte di una gara che tra qui e il 2022 vedrà i principali gruppi mondiali arricchire il proprio catalogo di quasi 50 nuovi modelli di auto elettrica. Un carburante sul quale il gruppo FCA punta forte da molto tempo, senza però tralasciare l'ibrido.

При любом использовании материалов сайта и дочерних проектов, гиперссылка на обязательна.
«» 2007 - 2017 Copyright.
Автоматизированное извлечение информации сайта запрещено.

Код для вставки в блог

Latest News