Papa: alleanza uomo-donna è chiamata alla responsabilità per il mondo

Calvarese

Calvarese

Così Papa Francesco ai partecipanti all'Assemblea Generale dei Membri della Pontificia Accademia per la Vita ricevuti oggi in Aula del Sinodo. Una società nella quale tutto questo può essere soltanto comprato e venduto, burocraticamente regolato e tecnicamente predisposto, è una società che ha già perso il senso della vita.

Ripartire dalla Parola di Dio "che illumina l'origine della vita e il suo destino" per affrontare la sfida epocale "che interpella l'umanesimo planetario, in riferimento ai recenti sviluppi tecnologici delle scienze della vita".

I l Papa denuncia anche l'"egolatria" e lo "spregiudicato materialismo" dell'"alleanza tra economia e tecnica", che propagano l'idea di "una vita come risorsa da sfruttare o da scartare in funzione del potere e del profitto".

"L'alleanza dell'uomo e della donna è chiamata a prendere nelle sue mani la regia dell'intera società".

Bergoglio ha poi trattato più da vicino il "problema" della differenza sessuale, spiegando come la Chiesa di Cristo è chiamata da sempre ad accogliere l'altro sotto ogni aspetto e tendenza, ma partendo sempre dall'evidenza della realtà di una profonda e meravigliosa differenza tra l'uomo e la donna "come Dio li ha creati". Perché "nessuno dei due - né l'uomo da solo, né la donna da sola - è in grado di assumersi questa responsabilità". "L'Enciclica Laudato sì è come un manifesto di questa ripresa dello sguardo di Dio e dell'uomo sul mondo, a partire dal grande racconto di rivelazione che ci viene offerto nei primi capitoli del Libro della Genesi". Essa, però, va ben oltre questo sigillo.

Grande Fratello Vip 2: diretta della quarta puntata
Le polemiche che riguardano i concorrenti del Grande Fratello Vip sono all'ordine del giorno. L'Hiv non si trasmette perché ti passo una sigaretta, o ti passo un bicchiere.


Non è "giusta l'ipotesi recentemente avanzata di riaprire la strada per la dignità della persona neutralizzando radicalmente la differenza sessuale e, quindi, l'intesa dell'uomo e della donna". "Invece di contrastare le interpretazioni negative della differenza sessuale, che mortificano la sua irriducibile valenza per la dignità umana, si vuole cancellare di fatto tale differenza, proponendo tecniche e pratiche che la rendano irrilevante per lo sviluppo della persona e per le relazioni umane".

Secondo Francesco, "l'utopia del neutro rimuove ad un tempo sia la dignità umana della costituzione sessualmente differente, sia la qualità personale della trasmissione generativa della vita". "La manipolazione biologica e psichica della differenza sessuale, che la tecnologia biomedica lascia intravvedere come completamente disponibile alla scelta della libertà - mentre non lo è! - rischia così di smantellare la fonte di energia che alimenta l'alleanza dell'uomo e della donna e la rende creativa e feconda".

Di fronte a prospettive monotematiche e riduzionistiche, Papa Bergoglio ricorda: "La passione per l'accompagnamento e la cura della vita, lungo l'intero arco della sua storia individuale e sociale, chiede la riabilitazione di un ethos della compassione o della tenerezza per la generazione e rigenerazione dell'umano nella sua differenza". Si tratta anzitutto di riconoscere onestamente i ritardi e le mancanze. "Senza di essa - avverte il Papa - la cultura della città secolare non ha alcuna possibilità di resistere all'anestesia e all'avvilimento dell'umanesimo".

La Pontificia accademia per la Vita, il cui nuovo statuto è entrato in vigore il primo gennaio (qui l'approfondimento di Formiche.net) è stata nei mesi scorsi al centro di diverse polemiche, specialmente da parte dei cattolici più tradizionalisti, per via della nomina a membro dell'Accademia del teologo anglicano dell'università di Oxford Nigel Biggar, dichiaratamente abortista (ma che in seguito ha sostenuto essere posizioni sì note, ma legate al passato).

Nella mattinata di ieri, ai microfoni della Radio Vaticana mons.

Latest News