Arrestato in Venezuela un giornalista italiano: conduceva inchiesta sulle carceri

Gli altri due arrestati sono il venezuelano Jesus Medina e il ticinese Filippo Rossi. L'ambasciata d'Italia a Caracas, in stretto raccordo con Roma, ha fatto sapere di essere fin dal primo momento sul caso in stretto contatto con le autorità locali.

"Agli sforzi della Farnesina per la liberazione di Roberto Di Matteo - aggiungono - e' necessario che segua la mobilitazione delle organizzazioni internazionali per far cessare le intimidazioni e gli arresti di giornalisti da parte del regime del presidente Nicolas Maduro, da tempo impegnato a rimuovere con ogni mezzo non soltanto qualsiasi forma di dissenso, ma anche ogni iniziativa tesa a informare l'opinione pubblica interna e internazionale sulle condizioni in cui versa il Paese".

Di Matteo, che si occupa di videoreportage da zone di conflitto o rivoluzione, è originario di Sannicandro, nella Murgia barese e collabora con il Giornale e il sito Gli occhi della guerra.

Lecce, Liverani: "Il primato è un motivo per fare ancora meglio"
All' 83 sventagliata di Tsonev per Torromino che tira una bordata dalla destra ma Branduani si supera e devia in angolo. La squadra di Liverani ha infatti giocato in dieci gli ultimi 17' a causa dell'uscita di Drudi per problemi muscolari.


Rossi, giornalista freelance e collaboratore anche del Corriere del Ticino, era in Sud America da qualche giorno per lavoro. In Venezuela, il Colegio Nacional de Periodistas ha denunciato un'ondata di attacchi contro i giornalisti in particolare mentre coprivano le proteste dell'opposizione anti-chavista, tra aprile e luglio. "È in Venezuela per realizzare un reportage sulla situazione del Paese, domani il giudice dovrebbe fissare l'eventuale udienza nel processo".

Secondo un sito venezuelano, i tre sarebbero accusati di aver fatto entrare attrezzature audiovisive senza autorizzazione.

Sembra che l'obiettivo fosse intervistare uno dei capi dei detenuti nel carcere di Aragua, meglio conosciuto come Tocoron, un luogo molto pericoloso. Venerdì sono stati arrestati dalla guardia bolivariana, proprio fedele al presidente.

Latest News