Mark Salling di Glee confessa: "Colpevole, mie le foto dei bimbi"

Mark Salling di Glee confessa:

Mark Salling di Glee confessa: "Colpevole, mie le foto dei bimbi"

Mark Selling, attore e musicista statunitense, conosciuto principalmente per aver interpretato il ruolo di Noah "Puck" Puckerman nella celebre serie televisiva musicale "Glee", ha ammesso di possedere il materiale pedopornografico trovato nella sua abitazione. L'attore si è dichiarato colpevole del reato di possesso di immagini pedopornografiche per cui era stato accusato. Rischia una condanna fra i quattro e i sette anni di carcere.

Era stato arrestato a dicembre 2015, dopo una perquisizione nella sua casa avvenuta a seguito di una denuncia della sua fidanzata: all'interno del suo pc erano stati trovati oltre 50 mila immagini e video con bambini. Salling dovrà scontare dai 4 ai 7 anni di prigionia ed è stato registrato come "sex offender". Dichiarandosi colpevole, Mark Salling, ha evitato la condanna massima per questo tipo di reato che corrisponde a 20 anni di carcere. L'attore si era servito di un programma per criptare il suo indirizzo IP tramite un software speciale: secondo quanto raccontato dal programma tv Crime Watch Daily, nel dicembre 2015 la polizia di Los Angeles avrebbe fatto irruzione nella sua abitazione di Salling a Sunland con una task force specializzata in reati pedopornografici.

Nuovo attentato: auto contro la folla a Londra
Fonti della polizia rendono noto anche che una persona è stata arrestata. E' stata vista un'auto che si dirigeva verso la folla. Al momento non si hanno altre informazioni.


Tenersi a distanza di sicurezza, fissata a 100 metri, dai luoghi frequentati da minorenni come scuole, parchi, piscine pubbliche, parchi giochi e sale per videogiochi. Inoltre, dovrà risarcire ogni vittima con 50mila dollari.

Latest News