Corea del Nord, università di Harvard: Kim ha le armi batteriologiche

Gli esperti temono che il Nord abbia sviluppato decine di agenti biologici mortali, tra cui il batterio della peste, in linea teorica utilizzabile per armare missili balistici verso la la Corea del Sud oppure obiettivi più lontani come gli Usa. Questo 'esercito' di lavoratori nordcoreani, infatti, è tenuto in condizioni di semi-schiavitù, non può andarsene e riceve solo una parte dello stipendio mentre la maggioranza finisce nelle casse di Pyongyang.

La Cina si trova tra coloro che vogliono rispettare le nuove sanzioni.

Roma, Di Francesco: "Col Napoli partita difficile. Schick? Spero di recuperarlo"
Io mi auguro prima di tutto che arrivi nelle condizioni migliori , già forse prima abbiamo forzato alcune situazioni. La squadra si è allenata bene, ho impiegato tanti Primavera e questo mi aiuta a capire anche le loro doti.


Diversi quotidiani americani hanno reso pubblica un'inchiesta dell'Associated Press, nella quale si afferma che nelle fabbriche cinesi di lavorazione del pesce - salmoni, calamari e merluzzi - sono assunti i nordcoreani. Mitch Sarnoff ha assicurato che d'ora innanzi: "Sea-Trek non comprerà prodotti da alcuna società che usa lavoro forzato". Così la Lawrence Wholesale, distributore alimentare della California, ha fatto sapere che indagherà sui propri fornitori. Parliamo di Ri Sol-ju, di cui si conosce non tantissimo.

La sorella del leader nordcoreano Kim Jong-un, la vice direttrice del dipartimento della propaganda del comitato centrale del Partito del Lavoro di Corea Kim Yo-jong, è stata promossa dal partito ed è stata candidata membro dell'ufficio politico. Chuck Schumer, senatore Democratico di New York, ha sostenuto che Washington deve tenere alimenti prodotti dai nordcoreani fuori dagli Stati Uniti: "Bisogna che l'amministrazione intensifichi le pressioni sulla Cina affinché reprima il commercio con la Nord Corea attraverso il confine". Michel Collins, funzionario per il controllo dell'Est Asiatico e Pacifico della Cia, ha sottolineato che il carattere conflittuale e ostile del regime di Kim, è una caratteristica tipica di un regime che, come quello nordcoreano, vuole sopravvivere quanto più a lungo possibile.

Latest News