Arresti da Napoli alla Germania: sgominata banda specializzata nell'assalto ai furgoni portavalori

Bologna, rapine in banca. Sgominata una banda di italiana

Rapine e assalti a furgoni portavalori. Serie di arresti anche nel veronese

Aveva ramificazioni in diverse città italiane ed anche in Germania, il gruppo criminale specializzato in assalti ai furgoni portavalori.

Commettevano rapine tra Puglia e Campania per raccogliere il denaro necessario a organizzare il grande colpo, quello che - speravano - gli avrebbe cambiato la vita: l'assalto a un portavalori nei pressi di Francoforte, contenente 20 milioni di euro, che non sono riusciti a portare a termine grazie alla collaborazione tra la polizia italiana e quella tedesca. I provvedimenti, eseguiti nelle province di Salerno, Foggia, Napoli e Verona, nonché in Germania, sono stati emessi dal gip del Tribunale di Nocera Inferiore, in provinca di Salerno. Gli investigatori hanno fatto luce su 5 rapine, una delle quali tentata, commesse, anche con l'utilizzo di armi da guerra, in particolare Kalashnikov, nelle province di Salerno, Avellino, Foggia e Napoli.

Per 9 di loro la magistratura ha previsto la reclusione in carcere, per 8 gli arresti domiciliari, per i restanti 2 sono state previste misure cautelari non detentive.

Romina Power, Claudia Gerini, Nina Zilli e Marco Predolin ospiti a Verissimo
Credo nascerà tra noi una bella amicizia perché, forse, lui ha capito che sul mio conto si è sbagliato e io ho sbagliato sul suo". Poi ha proseguito:"Volevo farvi sapere che sono tranquillo, sereno, pulito, e presto mi rivedrete in televisione.


L'indagine, durata quattro mesi, ha permesso anche di attribuire alla stessa banda altre rapine avvenute a Bologna prima dell'estate. Le indagini - svolte dal Servizio Centrale Operativo e dalle Squadre Mobili di Salerno e Foggia - sono state avviate a seguito di una rapina ad un furgone portavalori commessa a Fisciano (SA) nel febbraio scorso.

L'impianto investigativo è stato costruito dalla Procura della Repubblica di Nocera Inferiore, che ha fin da subito non solo coordinato l'operazione, ma che ha utilizzato anche il mezzo delle intercettazioni.

Le indagini successive, supportate anche da intercettazioni telefoniche ed ambientali, hanno permesso di ricostruire la struttura organizzativa e le dinamiche criminali della banda.

Latest News