Fmi, Italia accelera: Pil 2017 a +1,5%. Poi frena in 2018 +1,1%

Il Fondo guidato da Christine Lagarde ha rivisto al rialzo anche le previsioni per l'economia italiana e vede un incremento del Prodotto Interno Lordo dell'1,5% per quest'anno (+0,2 rispetto alla previsione di luglio) e uno dell'1,1% per il 2018, valore che segna una frenata, ma superiore di un decimo di punto rispetto alla precedente stima. L'Fmi taglia infatti le stime di crescita dell'economia americana e striglia Donald Trump sulla politica fiscale e sul clima. Dopo il +0,9% del 2016, il pil italiano salira' dell'1,5% nel 2017 e dell'1,1% nel 2018, ovvero 0,2 e 0,1 punti percentuali in piu' rispetto alle stime di luglio. Unica eccezione a questo trend è la conferma del Pil del Regno Unito con una crescita 2017 all'1,7% e a +1,5% il prossimo anno.

In tema di conti pubblici, il deficit/Pil è visto in marginale riduzione al 2,0% nel 2018 e in discesa più solida all'1,4% nel 2019. Il Fondo stima un calo del debito al 131,4% nel 2018 e al 120,1% nel 2022.

Arresti da Napoli alla Germania: sgominata banda specializzata nell'assalto ai furgoni portavalori
L'indagine, durata quattro mesi, ha permesso anche di attribuire alla stessa banda altre rapine avvenute a Bologna prima dell'estate.


La crescita del Pil è vista ridursi all'1,3% nel 2018 e all'1,1% nel 2019.

SOFFERENZE - Il Fondo Monetario Internazionale torna a sottolineare il peso delle sofferenze sul sistema bancario italiano nel quadro di un settore per il quale "la redditività rimane una sfida", soprattutto per le banche di medie e piccole dimensioni.

Latest News