Diritti tv all'estero venduti per 360 milioni

Diritti tv all'estero venduti per 360 milioni

Diritti tv all'estero venduti per 360 milioni

Ci sono anche questioni politiche alle spalle: Infront cura anche gli interessi della FIGC che, di conseguenza, non andrà mai contro le scelte di Infront. Lo ha detto, come riporta ItalPress, il commissario della Lega Calcio Serie A Carlo Tavecchio al termine dell'Assemblea Ordinaria che ha assegnato all'americana Img i diritti televisivi del campionato italiano per il triennio 2018/21. Il presidente del Napoli si era scagliato contro Infront in una serie di dichiarazioni rilasciate questo pomeriggio (LEGGI QUI LE DICHIARAZIONI INTEGRALI DEL PRESIDENTE). "Siamo ormai nello standard europeo con altre grandi nazioni".

Marotta parla a nome delle big rispondendo in modo indiretto al presidente del Napoli De Laurentiis, che ha lanciato bordate pesantissime nei confronti dell'advisor Infront: "Cifre mortificanti, in questo modo il calcio italiano cade nel baratro". "De Siervo, il Direttore Generale Brunelli, con cui abbiamo lavorato in equipe per garantirci risultati che riteniamo soddisfacenti".

Calciomercato Napoli, De Laurentiis svela: "Ho chiesto Chiesa, a gennaio c'è Inglese"
Credo che il Napoli sia un rivale vero per la Juventus ma lo possono essere anche la Roma, Inter, Milan e magari la Lazio". Inglese è un venticinquenne maturo che può fare bene in Nazionale . "Noi per Mertens siamo il Real".


IMG si aggiudica i diritti tv internazionali a livello globale della Serie A per il triennio 2018-2021: offerta da 340 milioni a stagione. "Paolo Nicoletti -. Dopo un percorso lungo e un bando articolato e complesso sono arrivati tre progetti molto interessanti che hanno portato a una competizione serratissima e a progetti industriali importanti". "De Laurentiis? Le sue dichiarazioni si commentano da sole, in un momento come questo meglio stare in silenzio". Di fronte a una Spagna che è a 680 milioni ma anche alla Premier e la Bundesliga, dobbiamo recuperare tanti anni di grandi errori dove il nostro prodotto non veniva visto. E ora la Infront minaccia di querelare il massimo dirigente del Napoli.

Latest News