Morto Biscardi: si è spento a Roma l'ideatore del Processo del lunedì

Addio ad Aldo Biscardi, ideatore e popolarissimo conduttore in tv del “Processo del lunedì” dopo gli anni di “Paese sera”

Ciao Aldo Biscardi, inventore del “Processo del Lunedì”

Chi era Aldo Biscardi?

Passa subito al giornalismo. Dopo un breve periodo di collaborazione con Il Mattino di Napoli, passò alla redazione napoletana di Paese Sera, collaborando contemporaneamente con l'edizione napoletana de l'Unità con lo pseudonino Baldo Molisani.

Dal 1958 a prima della morte ha sempre seguito i mondiali di calcio.

Entrato in Rai nel 1979 come caporedattore, vi rimase fino al 1983, raggiungendo la carica di vicedirettore del TG3.

Dell'esperienza di Biscardi con il "Processo" rimangono almeno 25 anni di cultura popolare calcistica e la rappresentazione perfetta del modo preferito di vivere il calcio del tifoso italiano. Frequenti i collegamenti telefonici con Berlusconi, da patron del Milan.

Kit Harington racconta il suo macabro pesce d'aprile alla fidanzata Rose Leslie
Tremendo Kit Harington: aveva messo nel frigo la testa - finta ma molto veritiera - di Jon Snow , che poi è anche la sua, visto che interpreta il personaggio.


Per la sua effervescenza da esperto del calcio e al tempo stesso da uomo-spettacolo e per la sua autoironia incentrata sull'accento molisano al quale non rinunciò mai, facendolo diventare un marchio che conquistava simpatia, Aldo Biscardi ha trovato imitatori ed estimatori, ma soprattutto amici nel grande pubblico e in colleghi che (come chi dirige questo giornale on line) ne hanno condiviso i lontani anni in cui usò quello pseudonimo fantasioso (Baldo Molisani) costruito sul richiamo alle sue origini.

"Non parlate in più di tre o quattro per volta che sennò non si capisce niente!".

E' un gran paradosso che nell'anno in cui l'agognata "moviola in campo" è finalmente diventata una realtà, il buon Aldo ha cambiato palcoscenico su cui esibirsi.

Dopo qualche anno, grandi successi e molte polemiche, il giornalista nel 1993 lasciò la Rai per passare a Tele+, dove esordì col nuovo programma "Il processo di Biscardi", che trasferì poi, sempre con la stessa fortunata formula su altre emittenti, da Telemontecarlo a 7 Gold. Se ne va nel 2006, coinvolto nello scandalo Calciopoli per intercettazioni con Moggi, principale inquisito.

Latest News