Roma, Pellegrini: "Battiamo il Napoli e prendiamoci i primi posti in classifica"

Roma-Napoli, Pellegrini recupera:

Pellegrini: “Napoli? Scontro diretto per i primi posti. Sabato sono a disposizione”

Primo gol in A in Samp-Sassuolo contro Montella, il tuo allenatore dei Giovanissimi. Mi piacerebbe segnare il primo a casa nostra, ma quando arriva arriva. "Io ci provo sempre". SAREBBE UN SOGNO - A San Siro è stato uno dei migliori in campo di una Roma che continua a crescere: "Ora andiamo in campo con certezze ben precise: siamo una squadra, un bel gruppo, che può continuare ancora a migliorare", spiega. Il Napoli sta facendo benissimo, noi stiamo facendo bene e dobbiamo continuare così. "Dobbiamo continuare così per vincere contro il Napoli e per affrontare la partita di Champions contro il Chelsea". Mi ricordo che la rifinitura era andata molto bene e il mister mi disse che era molto contento, ma sicuramente non mi aspettavo di esordire. Da oggi sono rientrato in gruppo. "L'obiettivo è questo, anche perché nel calcio si dimentica in fretta, conta quello che si farà dopo e non quello che si è fatto, è importante avere una mentalità positiva, il resto è una conseguenza". "Mi è dispiaciuto molto saltare le gare della Nazionale però con questo dolore non era proprio possibile".

Mister da subito importantissimo, mi ha aiutato molto a farmi capire questo tipo di mentalità, questo modo di ragionare, cercando di farmi capire che non bisogna mai accontentarsi.

Candreva, assalto al derby: "Milan arrabbiato? L'Inter lo sarà di più"
Sui fischi del pubblico: "Fa parte del nostro lavoro e a volte si possono prendere applausi, altre volte fischi". Secondo Handanovic quest'Inter è più forte rispetto alla passata stagione:"Siamo migliorati e cambiati molto".


Tornare a Trigoria che esperienza è stata?"Un'esperienza bellissima perché qui dentro ci sono cresciuto e non c'è nulla di più bello nel crescere a casa propria". "E' stato, e continua ad essere, molto importante per la mia carriera e la mia crescita". Le misure di sicurezza però sono importanti: più di 600 steward, oltre mille agenti, controlli fin dai caselli autostradali e nelle stazioni, percorsi diversi per arrivare allo stadio e aree di sosta dedicate solo ai sostenitori del Napoli. De Rossi e Perotti hanno recuperato e dovrebbero farcela, non così per gli altri infortunati. Come ho detto tante volte, Daniele (De Rossi, ndR) è stato sempre un punto di riferimento. E poi mi piaceva tanto Ronaldinho, perché trasmetteva gioia quando lo vedevi giocare. A chi mi ispiravo da ragazzino? "Lui mi dice che sono anche un po' troppo frettoloso nell'andare in avanti, mentre sto capendo che è molto importante gestire per poi ripartire e trovare la palla giusta". Saremo tutti davanti alla tv per i sorteggi e tutti penseremo a questa doppia sfida. Andare al Mondiale con De Rossi e Florenzi? Sarebbe stupendo se riuscissimo ad esserci. Loro sono due persone fantastiche.

Latest News