Avellino, scambio in culla: le mamme si accorgono solo due giorni dopo

Avellino, scambio in culla: le mamme si accorgono solo due giorni dopo

Avellino, scambio in culla: le mamme si accorgono solo due giorni dopo

Scambio di culla in una clinica di Avellino: un errore madornale durato due giorni, prima che la neo-mamma se ne rendesse conto.

L'accaduto - Una delle due mamme ha notato una discrepanza tra i braccialetti che vengono assegnati al momento della nascita. A una delle due donne, casualmente, è caduto l'occhio sul braccialetto posto all'atto della nascita sul polso della sua bambina: leggendo il numero ha scoperto che questo differiva da quello scritto invece sul braccialetto che le avevano dato quando era stata ricoverata in preda al travaglio. Come abbiamo già detto, la denuncia della donna ha fatto sì che scattassero delle indagini eseguite dagli agenti della sezione volanti e coordinate dal vicequestore Elio Iannuzzi.

Gucci abbandona le pellicce. Dal 2018 niente più animali veri nelle collezioni
Dopo Calvin Klein, Ralph Lauren, Tommy Hilfiger e Armani , anche Gucci dice no all'uso della pelliccia . Probabilmente anche altre case di moda seguiranno l'esempio del brand italiano.


Dopo aver partorito, hanno portato a casa l' una la bambina dell'altra e soltanto per una fortuita coincidenza lo scambio dei neonati non è diventato definitivo.

Entrambe hanno presentato una denuncia nei confronti della clinica. Subito dopo, ieri sera, primario e ostetriche sono stati convocati in Questura. Dopo aver effettuato gli esami del DNA, sia il padre che la madre in effetti non risultavano essere genitori biologici.

Latest News