Moviola Inter-Milan, Montella contesta il rigore ma sul penalty pochi dubbi

Per il Milan terza sconfitta consecutiva, Montella al momento resta dov'è

Il rigore su D'Ambrosio divide Montella e Spalletti: "Si lascia cadere", "Ma le ammonizioni al Milan?"

Nel calcio non si inventa nulla, si costruisce nel tempo. Ad oggi mi accontento che la squadra giochi sul livello delle avversarie e perda anche se preferirei vincere.

Al termine del derby di Milano, il tecnico del Milan Vincenzo Montella ha parlato in mixed zone: "C'è amarezza perchè la squadra non meritava di perdere e perchè abbiamo fatto un gran secondo tempo".

Lamministratore delegato del Milan, Marco Fassone, dopo la durissima sconfitta da parte dei cugini nerazzurri ha commentato il match e il risultato alla “Domenica Sportiva”, ritenendo che la squadra è stata comunque autrice di una grande partita, lottando fino allultimo minuto di gara e che Montella rimarrà sulla panchina rossonera: “Non ci aspettavamo questi distacchi dalle altre squadre che stanno andando ad un ritmo più rapido del solito che non cè mai stato in questi campinati. "Noi con più qualità, l'Inter non ha entusiasmato". Oggi non siamo cinici ma ci arriveremo: è difficile perdere più di una partita giocando come oggi. Se l'arbitro lo ha fischiato, vuol dire che c'era. Ma quando abbiamo palleggiato bene abbiamo creato le occasioni per segnare, dobbiamo fare qualcosa in più sul palleggio. Possiamo naturalmente nel dettaglio riferendoci alla partita di ieri valutare i pregi che non sono mancati nella squadra, la capacità di reazione, l'intensità del palleggio nella seconda metà di gioco, qualche buon movimento di Suso e Cutrone e l'ardore agonistico degli incontristi, i pochi che ci sono a disposizione di Montella. "Io non sto tirando fuori niente". Siamo stati bravi e professionisti nel capire il momento giusto da sfruttare. "Abbiamo un po' di fieno in cascina, manteniamolo lì e poi si faranno altri discorsi".

Hiv, contagiò decine di partner. La Procura di Roma chiede l?ergastolo
E' la richiesta formulata dalla procura di Roma, che per lo stesso imputato ha chiesto anche l'isolamento diurno per due anni. La prima corte di Assise sarà chiamata a decretare la sentenza il prossimo 25 ottobre.


"Dobbiamo ancora crescere, nel secondo tempo abbiamo sofferto. Poi è chiaro che si spinge al massimo e si vedrà chi ha paura a giocare la partita". "I complimenti che si fanno al Napoli li condivido in pieno".

Boom! Ma ditemi voi se dopo 230 milioni spesi in estate, consulti continui ed incessanti tra dirigenza e staff tecnico, un mercato condiviso da ogni singolo punto di vista, è accettabile sentir parlare Montella di rosa incompleta e di buchi così evidenti da costringerlo a cambiare assetto tattico.

Brozovic non ce la fa a recuperare, non si allenerà nemmeno.

Latest News