Smog: Torino, Pm10 fuorilegge da 8 giorni,sarà blocco Euro 5

Caldo anomalo e siccità, lo smog attanaglia mezza Italia

Lo smog della Pianura Padana si vede dallo spazio: la foto shock di Paolo Nespoli

A preoccupare, come sempre, sono le polveri sottili: come mostra il grafico di Arpa Lombardia, dal 14 ottobre la soglia massima di 50 microgrammi per metro cubo è stata costantemente superata.

Da sette giorni le polveri fini (PM10) superano i limiti di legge in tutta l'area metropolitana torinese e in buona parte del Piemonte.

Sono in atto delle misure d'emergenza di primo livello nei seguenti comuni: Parma; Reggio Emilia; Modena, Carpi (Mo), Castelfranco Emilia (Mo), Formigine (Mo), Sassuolo (Mo); Bologna, Argelato (Bo), Calderara di Reno (Bo), Casalecchio di Reno (Bo), Castel Maggiore (Bo), Castenaso (Bo), Granarolo (Bo), Imola (Bo), Ozzano dell'Emilia (Bo), San Lazzaro di Savena (Bo), Zola Predosa (Bo); Ferrara e Cento (Fe); Forlì (Fc), Cesena (Fc); Rimini (Rn), Riccione (Rn). Per questo motivo, pur consapevole che occorra sopportare qualche disagio, raccomando di rispettare le disposizioni relative alle limitazioni al traffico e, per quanto riguarda il riscaldamento degli ambienti, ricordo che la temperatura non dovrebbe superare i 19° C (con tolleranza di 2°C) nelle abitazioni e in spazi ed esercizi commerciali. Ha spiegato il sindaco Sala: "Servono però misure a lungo termine". Stabilito quindi lo stop al traffico a partire da mercoledì, dalle 8 alle 19, per tutte le auto private fino ai diesel Euro 4 compresi, ma sabato il divieto sarà con ogni probabilità esteso anche agli Euro 5. Qualora invece ci si debba spostare a piedi o in bicicletta, l'esortazione è a farlo per il più breve tempo possibile muovendosi lontano dalle vie più trafficate.

Verso Napoli-Inter, le probabili formazioni: rientra Joao Mario
Vecino e Gagliardini , finora sempre alternativi l'uno all'altro, saranno entrambi titolari. Joao Mario viene da giorni complicati, non è facile prevedere il suo utilizzo.


Sulla situazione è intervenuto anche il ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare Gian Luca Galletti: "La situazione non da quest'anno ma già da decenni". Si evidenzia un peggioramento della situazione rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, quando il limite giornaliero non era stato superato per più di 35 giorni in nessuna centralina. Questi dati non sono una novità perché purtroppo si ripetono anno dopo anno, ma la politica continua a non considerare questo problema tra le priorità da affrontare immediatamente.

Nei capoluoghi di provincia il valore massimo dei giorni di superamento ha raggiunto ad Alessandria i 49 giorni nella stazione di Alessandria - D'Annunzio, ad Asti il valore più elevato pari a 48 superamenti è stato misurato nella stazione di Asti - Baussano, a Vercelli nella stazione di Vercelli - Gastaldi con 52 superamenti e a Novara nella stazione di Novara - Roma con 36 superamenti.

Latest News