Mihajlovic: "Belotti? Potremmo riaverlo con Inter o dopo sosta"

Parola di mister Sinisa Mihajlovic, tecnico del Torino che si appresta ad affrontare i giallorossi che l'hanno portato in Italia nel lontano 1992. Ma anche loro non sono perfetti, in difesa qualcosa concedono. Dovremo essere bravi ad approfittarne: serviranno concentrazione, concretezza e fortuna. Finora hanno perso solo due partite, ma con l'Inter meritavano di vincere e con il Napoli di pareggiare. Ha pareggiato una partita che, nonostante sia rimasto in 10 ha preso 2 gol a ridosso del 90esimo.

I due pareggi contro Verona e Crotone non hanno minato le certezze del tecnico: "Ci siamo allenati bene e i ragazzi hanno fiducia e sicuramente non siamo in crisi". Un altro rischio si ha palleggiando tanto e cercando di giocare palla a terra senza buttarla: si rischia di perderla.

QUI ROMA - Eusebio Di Francesco deve fare i conti con gli infortuni di Manolas ed Emerson, e affronterà la trasferta in terra piemontese confermando il modulo 4-3-3. Non ora: "Se in ogni partita segniamo due-tre gol è anche merito del modulo".

Estorsione aggravata, Miccoli condannato a tre anni e mezzo
Il figlio di Lauricella , Mauro, venne intercettato mentre in macchina parlava proprio con l'idolo della tifoseria palermitana. Secondo l'accusa, la richiesta estorsiva sarebbe stata rivolta all'imprenditore Andrea Graffagnini .


"L'anno scorso abbiamo vinto con Roma e Fiorentina e la situazione è simile, speriamo la storia si possa ripetere". Il Toro però non è in crisi, lo ripeto. Sembra escluso l'impiego di Ansaldi, l'altra possibile novità: "Negli ultimi due giorni non si è allenato per un problema muscolare - conclude Mihajlovic - non credo giocherà". La partita col Torino per me sarà più difficile di quella di Londra nettamente, dal punto di vista della preparazione mentale. "All'inizio potremo essere sporchi visto i viaggi e il resto ma dobbiamo restare in partita". Chiaramente parliamo di calciatori con caratteristiche diverse, ma per il Torino potrebbe trattarsi di una soluzione molto intrigante al fine di arginare un avversario ostico come la Roma. Fuori dal campo lo vedo un po' triste: non so quanto riuscirà a fare questo lavoro da dirigente. "Senza di lui il calcio è un po' più triste". Poi fa i suoi sbagli perché è giovane, ma in campo dà tutto quello che ha.

Infine una battuta su Belotti: "Lui oggi va a Perugia e fa un controllo, dobbiamo capire se l'infortunio si è cicatrizzato".

Latest News