Cronaca - Como, morto in incendio egravi tre figli

Rogo nella loro casa a Como: morto il padre, gravissimi 3 figli. Forse il rogo appiccato dall'interno

Incendio via San Fermo Como, gravissimi tre bambini

Il rogo si è sviluppato questa mattina all'ultimo piano di una palazzina a San Fermo della Battaglia.

Tre dei quattro fratellini sono deceduti insieme al padre, una bambina di 5 anni è morta in serata.

L'allarme è scattato quando alcuni residenti hanno visto del fumo fuoriuscire dalla casa.

I bambini erano seguiti dai servizi sociali e la famiglia era ospitata in un alloggio comunale mentre la mamma dei bambini era stata ricoverata qualche tempo fa per problemi psichiatrici.

Alta tensione tra Renzi e Gentiloni che, non sapeva nulla di Bankitalia
Infine, l'ottimismo sulle prossime elezioni: "Prenderemo il 40 per cento e, con il Rosatellum, governeremo da soli". Ho visto tutti concentrati sulla mozione del Pd quasi fosse una spy-story.


Di loro, solo una è sopravvissuta, ma è in gravissime condizioni. All'interno infatti sarebbe stato ritrovato materiale accatastato, che farebbe presupporre che le fiamme siano state appiccate da qualcuno all'interno.

Quando sono arrivati i soccorsi, i bambini erano ancora vivi ma in arresto cardiaco. L'uomo era già morto. Due bimbe sono morte dopo il ricovero al Sant'Anna, il ragazzino al Valduce. La quarta figlia era stata portata in un primo momento all'ospedale di Cantù (Como) e successivamente trasferita d'urgenza in ambulanza all'ospedale Buzzi di Milano: i tentativi dei medici di salvarle la vita si sono rivelati purtroppo inutili. L'uomo, regolare sul territorio italiano, con grande dignità aveva chiesto aiuto a tutti, anche ai vicini, pur di avere un qualsiasi lavoro, ma invano.

La tragedia si è consumata in provincia di Como, dove un uomo 49enne di origini marocchine ha dato fuoco alla casa in cui viveva con le quattro figlie.

"Le ragioni del gesto sarebbero da ricondurre alla difficile situazione in cui è piombato il nucleo famigliare dopo l'allontanamento della madre - ha spiegato la Polizia - presa in carico dai servizi sociali del Comune di Como a causa delle precarie condizioni psichiche e inserita in una struttura di recupero".

Latest News